rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Martorano, Fratelli d'Italia: "No alla pista di mountain bike nel cuore dell'area residenziale"

"Non si può realizzare una pista per mountain bike nel cuore di un'area residenziale, al posto dell'unico spazio verde e in una zona già povera di parcheggi"

"Non si può realizzare una pista per mountain bike nel cuore di un'area residenziale, al posto dell'unico spazio verde e in una zona già povera di parcheggi: eppure, nonostante le promesse del Comune di Cesena di stoppare l'intervento in via Medri, a Martorano, queste non sono state mantenute". Luca Lucarelli, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, raccoglie la segnalazione di un gruppo di cittadini che già lo scorso anno aveva promosso un'importante raccolta firme contro questo intervento.

"I cittadini avevano incontrato a suo tempo l’assessore Castorri chiedendogli che l'opera non venisse realizzata in questa area verde - dichiara Lucarelli - e sembrava che l'Amministrazione avesse recepito le rimostranze, tanto che aveva fermato i lavori e dichiarato pubblicamente che il progetto, inizialmente presentato da privati, era revocato. Ma qualche giorno fa, senza alcun cartello che illustrasse l’opera e l’inizio lavori, il Comitato si è trovato davanti al fatto compiuto".

I cittadini avevano ben motivato la loro posizione. "Il Comitato di cittadini - ricorda l'esponente di Fratelli d'Italia - non è contrario a spazi dedicati a bambini e ragazzi ma è il sito scelto che è oggettivamente inidoneo".

"Ma le promesse del Comune di ripristinare l'area e di riportarla allo stato originario, come detto, sono state disattese. Riteniamo che opere del genere vadano fatte nei luoghi opportuni, fuori dai centri abitati e residenziali, in sicurezza e non a ridosso di strade, senza deturpare le aree verdi esistenti - rimarca Lucarelli - Nel sopralluogo che abbiamo fatto in via Medri abbiamo verificato che la pista si trova su un terreno verde in cui è presente anche una vasca di laminazione e risulta assai pericolosa per la presenza di un cordolo del marciapiede, di diversi alberi, di una recinzione privata. L’assessore Castorri farebbe bene ad individuare un’altra area in una zona più aperta e senza ostacoli, fuori dai centri abitati, servita da parcheggi, dove i giovani possano trovarsi e divertirsi senza alcun rischio e senza creare disagi. Non si comprende perché a Cesena si fa finta di ascoltare le ragioni dei cittadini. Benvengano le aree per i giovani e lo sport - conclude Luca Lucarelli - ma nei luoghi opportuni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martorano, Fratelli d'Italia: "No alla pista di mountain bike nel cuore dell'area residenziale"

CesenaToday è in caricamento