Elezioni Europee, Bartolomei (Scelta Europea): "Fondi sostengano le priorità territoriali"

Maria Grazia Bartolomei, candidata alle elezioni europee nell'Italia Nord Orientale con Scelta Europea, lista dei democratici e liberali europei, mette al centro della propria campagna elettorale lo sviluppo del territorio

Maria Grazia Bartolomei, candidata alle elezioni europee nell’Italia Nord Orientale con Scelta Europea, lista dei democratici e liberali europei, mette al centro della propria campagna elettorale lo sviluppo del territorio. “I fondi europei - esordisce Bartolomei - devono sostenere le priorità territoriali, con attenzione agli obiettivi di coesione sociale ed economica, ma senza nuove regolamentazioni e nuovi organismi, infatti anche a livello europeo la macchina burocratica va snellita”.

“La scelta del governo italiano di mettere in sicurezza la E45 e realizzare la E55,  il collegamento tra Orte e Mestre, quindi del Tirreno con l’Adriatico, deve trovare delle sinergie con la prevista realizzazione comunitaria della macroregione adriatico-jonica, che, a partire dalla Puglia, si sviluppa tra il nord est italiano ed i Paesi della ex Jugoslavia - aggiunge la candidata di Scelta Europea -. E ciò deve avvenire nel quadro delle grandi reti transeuropee 2014 – 2020; mi riferisco al corridoio adriatico, a quello baltico e a quello danubiano".

In tal modo si verrebbe a costituire un asse ideale che attribuirebbe al nostro territorio un ruolo fondamentale nel rafforzamento e nella decongestione dell’accesso sudorientale dell’Europa al resto del mondo, per quanto concerne la circolazione delle merci, delle persone e delle idee”, sostiene Bartolomei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per questa via si potrebbero anche coinvolgere nuovamente le imprese che hanno già decentrato la produzione nell’Europa sud orientale - considera la candidata di Scelta Europea -. Anche in relazione ai corridoi culturali e agl’itinerari turistici si possono e devono mettere in rete i territori, penso in particolare al progetto comunitario Atrium sul razionalismo, da legarsi anche a Ravenna capitale europea della cultura 2019”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento