Elezioni regionali, Bartolomei (CD): "Implementare la raccolta differenziata"

Maria Grazia Bartolomei, capolista di Cento Democratico con Bonaccini, ha preso la parola sul discusso articolo 35 del decreto Sblocca Italia, che prevede, tra le altre cose, l'autorizzazione ad incenerire anche nella nostra regione rifiuti prodotti in zone differenti del Paese

"L'incenerimento di rifiuti che provengono da fuori regione è un fatto gravoso, ma ad oggi non ci sono alternative. Possiamo però pretendere che per accettare i conferimenti da incenerire, le Regioni deficitarie siano obbligate a presentare un piano per la riduzione consistente dei rifiuti, progetto che deve essere vagliato da un organo come Atesir". E' quanto afferma Maria Grazia Bartolomei, capolista di Cento Democratico con Bonaccini, che ha preso la parola sul discusso articolo 35 del decreto Sblocca Italia, che prevede, tra le altre cose, l'autorizzazione ad incenerire anche nella nostra regione rifiuti prodotti in zone differenti del Paese.

Per Bartolomei, "le compensazioni economiche versate nelle casse dell'Ente emiliano romagnolo dovranno essere vincolate a progetti di riduzione e sensibilizzazione al riciclo e al riuso nei nostri territori". In questo modo si va a coniugare la solidarietà con i legittimi interessi delle aree più  virtuose", Sul fronte rifiuti, comunque anche nella nostra realtà locale si può fare decisamente di più: "Si deve continuare a sperimentare percorsi e forme di promozione che vadano verso un riciclo pressoché totale dei rifiuti per dare respiro a quella che a Forlì è stata definita dall'assessore all'ambiente come società post intenerimento", aggiunge la candidata di Centro Democratico.

Si tratta di una ipotesi non così irraggiungibile alla luce del report recentemente presentato da Hera riguardo al recupero dei rifiuti raccolti. Secondo i dati emersi, infatti,  in Emilia Romagna e nel Nord Est sono stati recuperati il 93,8% del verde, organico, plastica, vetro, legno, metallo e ferro. "Per ottenere maggiori vantaggi dal recupero dei rifiuti si potrebbe seguire la ricetta che l'Antitrust ha delineato nei giorni scorsi, ossia favorire una maggiore concorrenza nella gestione dei rifiuti urbani dalla raccolta al riciclo - dichiara la capolista di Centro Democratico - ciò potrebbe produrre ricadute positive sia sui costi di gestione, con prezzi più favorevoli ai cittadini, che la creazione di nuove imprese e quindi di posti di lavoro".

Il trasporto e lo smaltimento rifiuti sono un terreno molto fertile per le infiltrazioni mafiose e il nostro territorio potrebbe essere terra di conquista per queste organizzazioni criminali. "La Regione deve vigilare, in maniera costante e concreta per debellare questo rischio e garantire costantemente la massima trasparenza nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti", conclude Bartolomei. Venerdì mattina è atteso a Cesena il parlamentare Bruno Tabacci, a sostegno di Bartolomei, per un incontro pubblico che si terrà a Cesena al Bar Roma (Cso. Garibaldi 6/8) alle 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento