"Marcatura a uomo" delle Sardine: più di duemila persone in reazione alla visita di Salvini

Anche a Cesena il movimento delle Sardine si è riunito in contemporanea e in contrasto alla visita di Salvini, lunedì pomeriggio in piazza del Popolo, come è avvenuto a Rimini, Ravenna e infine Forlì, solo per stare in Romagna

Se fosse una partita di calcio, sarebbe una “marcatura a uomo” quelle delle Sardine nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini. E così anche a Cesena il movimento delle Sardine si è riunito in contemporanea e in contrasto alla visita di Salvini, lunedì pomeriggio in piazza del Popolo, come è avvenuto a Rimini, Ravenna e infine Forlì, solo per stare in Romagna. Circa un'oretta dopo la partenza dell'esponente del Carroccio dalla città malatestiana, arrivato per l'assemblea di Confcommercio e per incontrare i simpatizzanti al banchetto elettorale in centro, piazza del Popolo si è riempita dei manifestanti che hanno esibito quello che è ormai il loro emblema, vale a dire i piccoli pesci che nuotano stretti in banchi.

VIDEO - Sardine in piazza del Popolo a Cesena: "Facciamo paura"

Salvini a Cesena: "Nel 2020 la Lega abbraccerà tutta l'Italia"

L'appuntamento era per le 18 di lunedì, circa 2000-2.500 persone si sono così radunate nella piazza centrale della città, alla presenza del leader del movimento, il bolognese Mattia Santori. Le “sardine cesenati” hanno rivendicato un loro primato, quello di essere state “sardine a loro insaputa”, quando lo scorso giugno i contestatori di Matteo Salvini si riunirono in piazza Amendola in occasione dell'arrivo dell'allora ministro dell'Interno per la campagna elettorale delle amministrative. Anche allora, come poi è capitato sistematicamente nei mesi di novembre e dicembre, si verificò il copione  'manifestazione e contro-manifestazione' a pochi passi l'una dall'altra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il palco, sovrastato dagli striscione 'Cesena non ha paura'  e da quello più goliardico 'Piadania libera', ha visto come relatore finale Santori, divenuto in poche settimane il volto più noto della protesta. Stilettate a Salvini: “Con Salvini oggi c'erano 17 persone, il leone da tastiera quando va in piazza prede scoppole”. I temi centrali del movimento: accoglienza, cambiamento climatico, legalità. Le Sardine riventeranno un partito politico? Santori risponde ancora una volta alla domanda: “Il nostro contributo è la comunità stessa, non vogliamo sostituirci ai partiti, siamo un contenitore. Se ci insultano è perché diamo fastidio”.

VIDEO - Salvini ai piccoli commercianti: "La Regione privilegia le grandi imprese"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ragazzi cacciati perché autistici", l'area di servizio si scusa: "Un equivoco, vogliamo fare una donazione"

  • Cesenatico, un altro positivo nelle ultime 24 ore: è un caso sintomatico

  • Violento impatto tra l'auto e la bici, gravissima la 57enne. Si cercano testimoni oculari

  • Cesenatico, due positivi al Coronavirus in Comune: tampone per tutti i dipendenti

  • Guida ubriaca tra la folla a zig-zag tra i pedoni, tasso alcolemico 5 volte sopra il limite: denunciata

  • Urla e botte, la furiosa lite tra coinquilini prosegue in strada: arrivano i Carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento