Manifestazione Cgil, "inopportuna la presenza del sindaco"

La presenza del Sindaco Lucchi alla manifestazione della CGIL è stata assolutamente inopportuna. Lo diciamo senza tanti giri di parole, con la chiarezza che richiede una vicenda delicata come questa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

La presenza del Sindaco Lucchi alla manifestazione della CGIL è stata assolutamente inopportuna.
Lo diciamo senza tanti giri di parole, con la chiarezza che richiede una vicenda delicata come questa.
Non siamo certo noi i difensori della manovra economica e finanziaria del Governo, della quale rileviamo mancanze ed errori che rischiano di aggravare una situazione sociale già pericolosamente critica; tuttavia, riteniamo che questa manifestazione e questo sciopero non siano stati la risposta giusta, ma più una volontà di alimentare uno scontro del quale nessuno oggi ha bisogno.
Condividendo appieno i richiami alla coesione più volte rivolti dal Presidente Napolitano alle forze politiche e sociali, crediamo che questo sia il momento del confronto, e non delle barricate.

Per questo motivo, non abbiamo apprezzato che il Sindaco Lucchi sia salito su una di quelle barricate, in quanto lo ha fatto non come rappresentante di un partito politico con legittime posizioni, ma da primo cittadino che avrebbe il dovere di rappresentare tutti.
Sapeva bene, il Sindaco, che la sua presenza avrebbe provocato polemiche, e per questo avrebbe dovuto mantenere un profilo assolutamente istituzionale, quello che può legittimamente mettere da parte quando parla alle feste del suo partito.
Tanto più in questo periodo, nel quale anche nella nostra città sarà necessaria la massima dose di coesione per avviare un confronto su di un bilancio comunale 2012 che si preannuncia molto difficile.

Così facendo, invece, Lucchi ha aperto ad un precedente pericoloso o quantomeno discutibile, del quale Cesena poteva fare a meno.
Ci risulta che il Sindaco andrà anche al presidio organizzato da CISL  e UIL davanti alla Prefettura per venerdì prossimo, ma questo non serve a minimizzare l'accaduto: un conto è una presenza, un conto è la parte di protagonista, un conto è dimostrare la propria attenzione verso le iniziative delle forze sociali del territorio, un conto è lanciare proclami da un palco.
E' stato un errore, Sindaco.
A lei dimostrare che l'ha capito.

Luigi Di Placido - Capogruppo PRi in Consiglio Comunale
Antonio Prati - Capogruppo UDC in Consiglio Comunale
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento