menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Macfrut, il sindaco: "Le imprese si sono espresse per il rilancio a Rimini"

Alla vigilia della seduta del Consiglio Comunale interamente dedicato a Macfrut, il Sindaco Paolo Lucchi fa il punto della situazione sul dibattito che si è sviluppato in queste settimane intorno alle prospettive future della manifestazione

Alla vigilia della seduta del Consiglio Comunale interamente dedicato a Macfrut, il Sindaco Paolo Lucchi fa il punto della situazione sul dibattito che si è sviluppato in queste settimane intorno alle prospettive future della manifestazione con una lettera appena inviata a tutti i consiglieri comunali: “Nei giorni seguiti al Consiglio comunale del 30 ottobre, durante il quale sono state discusse le mozioni sul Macfrut, la nostra città ed il suo sistema d’imprese sono stati coinvolti nel dibattito auspicato da tutti in sede consigliare. Si sono infatti svolti molti incontri diretti con le singole imprese e con il mondo associativo, sono state registrate e trasmesse più trasmissioni televisive, il sottoscritto ha ricevuto numerose mail da parte di singoli cittadini ed è stato contattato de visu o telefonicamente da altri. In questo modo abbiamo garantito, a mio parere, un confronto trasparente, nell’ambito di un livello informativo uniforme e non (me lo si permetta) in parte “disallineato” dalla realtà, come quello sostenuto da alcuni in questi mesi sulla stampa, spesso non avendo neppure avuto voglia di richiedere copia del progetto”.

Per Lucchi, quindi, la situazione, ad oggi è la seguente: “La quasi totalità delle Associazioni d’impresa del nostro territorio (CNA Forlì-Cesena, Confartigianato Forlì, Confartigianato Cesena, Confcommercio Forlì, Confesercenti Forlì, Confesercenti Cesena, Unindustria, Agrinsieme Romagna: Confcooperative, Legacoop Romagna, AGCI, CIA, Confagricoltura) ha evidenziato ieri la propria posizione ufficiale, inviando una nota che cita testualmente: “Consideriamo l’argomento in oggetto particolarmente sentito e importante, come la discussione in atto dimostra, sia per le implicazioni sul territorio che per l’idea di futuro che si vuole pianificare. Nel merito, riteniamo condivisibile una valutazione per l’anno 2015, alla luce dell’Expò, che consideri l’alternativa di una diversa collocazione del Macfrut. In tale valutazione, concordiamo debba essere privilegiata una soluzione romagnola - Rimini, che tenga conto però di Cesena come riferimento in termini di area diffusa e specialistica sugli elementi di ben-essere che la connotano. Per gli anni a seguire e, per le ulteriori iniziative da intraprendere per Macfrut in termini di sviluppo, riteniamo che ogni azione debba essere rinviata a maggiori approfondimenti sulla base di una pianificazione dell’intera proposta fieristica”.

Ed ancora: “Il Comitato Macfrut (composto da moltissime delle principali imprese locali e nazionali del settore agroalimentare), durante la sua prima riunione ha avanzato proposte utili a costruire per il 2015 un evento sempre più di business e di caratura internazionale, individuando 5 aree di sviluppo su cui il Macfrut dovrà puntare ancor più l’attenzione. In sintesi (se mi è permesso il tentativo di sintesi di un dibattito in realtà molto ricco di contenuti ed utilissimo), il sistema economico ed associativo accetta e sostiene una sfida collettiva per il futuro del nostro sistema fieristico. Quella che ci dovrà vedere, nel corso del 2015, affrontare le novità determinate dall’Expo e dalle nuove fiere di Milano e Verona (concorrenti già certe di Macfrut) non restando in un’attesa inerme, ma provando a rilanciare in direzione di una Fiera ancor più competitiva ed in grado di sostenere l’economia cesenate”.

“Ora tocca a noi, al Consiglio comunale. La sfida accettata e sostenuta da imprese e sistema economico, deve vederci operare in un ambito complesso ma ambizioso. Quello di una comunità che, come sempre in passato, non si arrende ma anzi, di fronte alle difficoltà, decide di affrontarle “in squadra”, mettendo in campo un progetto come “Macfrut International”, che potrà dare più forza alla nostra città, alle imprese, all’economia cesenati. Spero personalmente di essere all’altezza di questa sfida e so che lo sarà il Consiglio di Amministrazione di Cesena Fiera, che ringrazio per il grande lavoro concretizzato nei mesi che, dopo l’Assemblea dei soci del 7 luglio, l’hanno visto all’opera sul duplice canale di gestione di Macfrut 2014 e di attivazione di Macfrut International. Abbiamo di fronte a noi un‘occasione unica per riaffermare come, di fronte ad un Paese che spesso vede gli amministratori pro tempore della cosa pubblica percepiti come distanti dal proprio sistema economico, a Cesena si riesca a far squadra, favorendo una connessione di intenti ed un’assenza di paure che, in realtà, da sempre rappresentano la nostra ricchezza più grande”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento