Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Caso Dionigi, il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni dell'assessore

"L'assenza nel Comune di Cesena di una commissione di controllo e garanzia presieduta dalle minoranze si rivela sempre più un'anomalia a cui porre rimedio prima possibile", attaccano i pentastellati

Il Movimento 5 Stelle di Cesena chiede le dimissioni dell'assessore Tommaso Dionigi. "Se un amministratore, assessore comunale, nello svolgimento delle sue funzioni pubbliche, sbaglia, si fa da parte, specie se opera in maniera discutibile e controversa, al limite della legalità (e se questo limite è stato superato lo accerterà la magistratura); se non ha la dignità per farlo, il sindaco può e deve toglierli la delega", evidenziano i pentastellati.

Riferendosi a Dionigi, "a sua pretesa di continuare a ricoprire il ruolo di amministratore pubblico offende i cittadini, svilisce il ruolo di assessore e mortifica il consiglio comunale - attaccano dal Movimetno 5 Stelle -. L'assenza nel Comune di Cesena di una commissione di controllo e garanzia presieduta dalle minoranze si rivela sempre più un'anomalia a cui porre rimedio prima possibile. Al sindaco chiediamo di fare pubblicamente le sue scuse alla città e di assumersi personalmente il ruolo di garante della trasparenza e dell'onestà dell'operato della Giunta, assumendo da subito ogni iniziativa utile a far luce sull’intera vicenda".

"Ma tutto questo finora non è avvenuto - proseguono i pentastellati -. Anzi il Partito Democratico sindaco in testa, ha fatto quadrato intorno al proprio assessore, nonostante le schiaccianti evidenze di interessi personali in atti pubblici, a cui sono seguite le goffe manovre dell'assessore e delle società a lui collegabili per sganciarsi da questa vergognosa situazione, manovre che altro non sono se non ammissione di colpevolezza. Si dimostra una volta di più, se ce ne fosse ancora bisogno, il totale disinteresse del Pd Cesenate per i bisogni della collettività, e specie in questo caso, per gli interessi degli imprenditori onesti che vorrebbero partecipare alle iniziative del comune, anteponendo a questi, come suo costume, interessi di partito o personali".

"Noi chiediamo al Partito Democratico di Cesena di rinunciare senza se e senza ma alla difesa dell'assessore Dionigi e del suo operato, per anteporre i valori della trasparenza e della corretta gestione della cosa pubblica per il governo della nostra città, nell’ interesse di tutta la comunità e non degli amici - concludono dal Movimento 5 Stelle -. Riteniamo che le dimissioni dell'assessore siano il primo passo indispensabile per ridare credibilità al consiglio comunale e alle sue funzioni. Nel frattempo valuteremo tutte le iniziative utili a denunciare questo stato di cose e a coinvolgere i cittadini le associazioni e tutti coloro che sono indignati per questo modo di operare del Partito Democratico e dei suoi rappresentanti in consiglio comunale e nella giunta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Dionigi, il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni dell'assessore

CesenaToday è in caricamento