menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campus concentrato all'Ex Zuccherificio, M5S: "Cementificazione esagerata"

Si è svolta lunedì sera nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana la Commissione Consiliare di illustrazione del progetto sul nuovo campus universitario. Un progetto che suscita perplessità da parte del Movimento 5 stelle di Cesena

Si è svolta lunedì sera nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana la Commissione Consiliare di illustrazione del progetto sul nuovo campus universitario. Un progetto che suscita perplessità da parte del Movimento 5 stelle di Cesena, che ha partecipato ai lavori della commissione.
 


 

Scrive in una nota il M5S: “Da sempre riteniamo che il campus sarà un'ottima opportunità per il mondo universitario cesenate, per la città e la sua cultura. Durante l'illustrazione siamo però rimasti delusi e preoccupati da quanto ci è stato proposto perché, pur essendo favorevoli all'unificazione delle due facoltà coinvolte (Scuole di Architettura e Ingegneria) in un unico plesso e l'avvicinamento della facoltà di Psicologia in un plesso adiacente, il progetto comprende strutture poco funzionali spazi comuni poco vivibili e poco rispettose per l'ambiente con evidenza di cementificazione esagerata e inutile, in poche parole archittetonicamente brutte. La progettazione fatta alla fine degli anni 90, col mattone a vista, è sicuramente superata e ci sembra impossibile che gli edifici proposti non possano avere una conformazione esteticamente più bella”.
 


 

Dubbi anche sul progetto di mensa: “La mensa interna e lo studentato di 80 posti previsti avranno un impatto negativo sull'indotto per bar, osterie e ristoranti del centro storico e creeranno ulteriori locali sfitti. Ci piacerebbe sapere, ma di questo non abbiamo notizia, come l'amministrazione intende compensare questa perdita. Ci piacerebbe sapere inoltre nel dettaglio che destinazione d'uso verrà data ai locali svuotati, e chiarimenti in merito alla riqualificazione o l'alienazione degli spazi lasciati liberi. Ci ha preoccupato e molto quanto detto durante la presentazione a riguardo della difficoltà e lentezza con cui vengono portati avanti i lavori a causa della scarsa liquidità dell'azienda appaltatrice. Siamo scettici anche sul finanziamento che dovrà erogare a questa opera la società partecipata Se.Ri.Nar, che vede l'abbandono di buona parte dei soci, “rimescolamenti” nel CDA e la percezione che la disponibilità finanziaria della stessa non sia delle più rosee. Non vorremmo che il rischio economico di tutta, o gran parte dell'opera, venga ribaltato sul privato che al momento sta anticipando i soldi per la realizzazione”.

 

Ed infine: “Il Movimento 5 Stelle auspica che il campus universitario, forse sovrastimato per una città come la nostra, un progetto senz’altro coraggioso e molto ambizioso (ma non per questo inutile) non divenga l'ennesima “cattedrale nel deserto”, vuoto e inutile, come il nuovo foro annonario, ma auspichiamo che divenga il fulcro dell'attività universitaria e culturale della nostra città per dare nuovo slancio a quel settore universitario che sta diventando sempre più il fiore all'occhiello della nostra città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento