Lucchi e Drei: "Non abbiamo mai dialogato? Una menzogna dei candidati del centrodestra"

A stretto giro la replica a Rossi e Zattini: "Sono già pronti a sottoscrivere patti, ma toccherà ai cittadini decidere il 26 maggio se avranno questo privilegio"

Paolo Lucchi, sindaco di Cesena e Davide Drei, sindaco di Forlì, con una nota congiunta, replicano a Rossi e Zattini, candidati sindaci del centordestra, secondo cui "Drei e Lucchi non hanno mai dialogato tra di loro ed in questi anni non si sono neppure rivolti la parola".

 "Purtroppo, per alcuni - si legge nella nota - le campagne elettorali paiono essere il 'porto franco della bugia gratuita'. Ma, permettendosi di affermare che 'Drei e Lucchi non hanno mai dialogato tra di loro ed in questi anni non si sono neppure rivolti la parola', Andrea Rossi e Gianluca Zattini oltrepassano plasticamemte il segno della decenza, dando l’idea dello stato confusionale nel quale si trovano i due candidati Sindaco del centrodestra a trazione leghista delle nostre città".

"Intanto perché la loro è una menzogna vera e propria, poiché è sotto gli occhi di tutti i forlivesi ed i cesenati come sul sistema dei servizi più preziosi per il nostro territorio - quelli sanitari, di trasporto, di gestione dell’acqua pubblica, dell’Università -, ma anche dal lato del fair play sportivo, Cesena e Forlì abbiano non solo dialogato, ma sempre scelto assieme - nell’interesse dei cittadini -, anche coordinandosi con Ravenna e Rimini. Per giungere a questi obiettivi condivisi tra di noi c’è stata dialettica? Certamente, come accade quando ci si rispetta e ci si stima, anche partendo da visioni inizialmente diverse".

"Quel che poi non si capisce, è come sia possibile addirittura permettersi di entrare nel merito di rapporti personali tra di noi che, lo sanno tutti coloro che hanno occhi per vedere, sono in realtà cordiali e tutto meno che formali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude la nota: "Ma da due candidati pronti a sottoscrivere patti e protocolli quando ancora sono ben lontani dal poterlo fare poiché, è bene ricordarlo, toccherà ai cittadini il 26 maggio decidere se a loro sarà riservato questo privilegio, forse non ci si poteva attendere molto di più....."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento