Raccolta differenziata, Montalti (Pd): "Migliorare i contenuti del Piano dei rifiuti"

Uno dei primi provvedimenti che il nuovo consiglio regionale dovrà affrontare sarà quello dell’approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti

Il territorio Cesenate anticipa i futuri obiettivi regionali sui rifiuti, ma ora sta al nuovo consiglio regionale facilitare gli investimenti in sistemi di raccolta differenziata porta a porta e tariffazione puntuale. Uno dei primi provvedimenti che il nuovo consiglio regionale dovrà affrontare sarà quello dell’approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti. Il documento adottato a fine legislatura, ma non ancora approvato, contiene al suo interno obiettivi importanti tra cui il raggiungimento del 70% di raccolta differenziata in tutto il territorio regionale, la diminuzione del 20% nella produzione complessiva dei rifiuti, la chiusura delle discariche e la riduzione dei termovalorizzatori da nove a sei, oltre che l’attivazione della tariffa puntuale, e investimenti nell’ambito della filiera del riciclo.

Vanno dunque in questo senso, anticipando le politiche regionali, iniziative virtuose come quella del Comune di San Mauro Pascoli, che avvierà su tutto il territorio la raccolta differenziata porta a porta, così come anche il Comune di Cesena sta facendo, proseguendo nell’estensione su tutta la città del servizio di raccolta domiciliare, o ancora proposte, come quella di Confartigianato,  di attivare la tariffa puntuale per le attività produttive.

“L’impegno che il nuovo consiglio regionale dovrà affrontare è quello di migliorare i contenuti del Piano dei rifiuti – dice Lia Montalti, consigliere regionale Pd neo-eletta - cercando di attivare tutti gli strumenti utili per far sì che gli investimenti sui nuovi sistemi di raccolta differenziata, e sulle dotazioni che devono portare all’attivazione della tariffa puntuale, non gravino sulle spalle di cittadini ed imprese. In sostanza dovremo creare un sistema che finalmente premi cittadini, imprese e amministrazioni virtuose e che renda conveniente, non solo in termini ambientali ma anche economici la raccolta differenziata, seguendo il principio di equità “chi inquina paga”, e creando quella consequenzialità tra comportamenti virtuosi e costo del servizio. Il mio impegno sarà tutto in questa direzione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta mentre passeggia col figlio a bordo strada: muore una donna

  • La storia e i ricordi per i 50 anni di Amadori, maxi festa con 5mila dipendenti da tutta Italia

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Dopo decenni da dipendente Ombretta si mette in proprio, ecco "La Sarta"

Torna su
CesenaToday è in caricamento