Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Lega: "Trasporti gratis per studenti? La realtà è il caro abbonamenti dei bus"

I consiglieri leghisti: "Palese la strumentalità di un progetto che punta a un gradimento immediato e acritico"

“Blaterano di populismo quando i primi a proporre politiche populiste sono loro, ovvero gli esponenti PD. L’ultima sparata elettorale di Stefano Bonaccini sono i treni e i bus gratuiti per circa 600mila studenti, 54mila nella nostra provincia. Una misura da circa 25 milioni di euro che non si sa quando sarà varata e da chi sarà finanziata, tanto è generico l’annuncio. Pura propaganda. Non siamo lontano dal vero a prevedere che a sostenerne i costi saranno i contribuenti con l’aumento di tasse e gabelle. Il discorso di Bonaccini è semplice. Oggi prometto, se poi sarò eletto vedremo il da farsi. Palese, quindi, la strumentalità di un progetto che punta a un gradimento immediato e acritico. In realtà, l’annuncio si scontra con le difficoltà del comparto del trasporto pubblico e contrasta con la decisione del ‘caro abbonamento’ degli autobus per studenti previsto dalla Regione e applicato da Amr (Agenzia Mobilità Romagna) nel 2018". 

Lo affermano in una nota i consiglieri comunali della Lega Antonella Celletti, Fabio Biguzzi, Enrico Sirotti Gaudenzi e Beatrice Baratelli e la consigliera comunale di Mercato Saraceno Ombretta Farneti che, nel merito presentò un’interrogazione. 

"Solo un anno e mezzo fa, infatti, questi aumenti colpirono come un fulmine a ciel sereno le famiglie degli studenti soprattutto residenti in zone collinari e montane, e fu denunciato, oltre che dalla Lega, dai sindaci dei comuni coinvolti. Tant’è che le proteste arrivarono fin sul tavolo dell’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini. Tutto inutile. Cos’è cambiato da allora? Il PD e Bonaccini non lo dicono. Di certo c’è che, sempre nel 2018, la Regione non riuscì a calmierare questi aumenti, se non prevedendo risicate risorse per 550mila per tutto il territorio montano regionale. Una goccia nel mare. Oggi Bonaccini parla di un investimento di 25 milioni di euro per finanziare la gratuità indistinta di treni e autobus per gli studenti. Una giravolta non piccola in un solo anno e mezzo, che fa riflettere sul permanere nel PD dei metodi tanto criticati della Prima Repubblica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega: "Trasporti gratis per studenti? La realtà è il caro abbonamenti dei bus"

CesenaToday è in caricamento