menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega: "Per la riapertura delle sale studio regole complesse e non imposte da norme nazionali"

"Il tentativo della Giunta di attribuire a norme nazionali la paternità delle complicate regole assunte risulta, quindi, priva di riscontro legislativo"

“Regole macchinose e tardive per poter usufruire delle sale studio alla Biblioteca Malatestiana. Alla nostra segnalazione, l’assessore Francesca Lucchi ha replicato sostenendo che queste disposizioni sono imposte da norme nazionali. Non è proprio così. Il decreto governativo stabilisce, infatti, l'utilizzo di biblioteche e delle relative sale studio a condizione che sia prevista un'organizzazione degli spazi tale da ridurre il rischio di aggregazione e che vengano adottate misure organizzative di prevenzione e protezione, rimettendo, tuttavia, alla competenza dell’amministrazione comunale la decisione di come attuare queste misure". Lo afferma la consigliera comunale della Lega Beatrice Baratelli in una nota rispondendo alla replica dell’amministrazione comunale.

"Il tentativo della Giunta di attribuire a norme nazionali la paternità delle complicate regole assunte risulta, quindi, priva di riscontro legislativo. Rimane la macchinosità del metodo per le prenotazioni, che, da un lato, rende più difficile agli utenti organizzare le giornate di studio, costringendoli a prenotare il servizio tutti i giorni, e, dall’altro lato, rischia di comportare un intasamento di telefonate e di email. Per non parlare dell’organizzazione delle postazioni all’interno della sala studio che sembra ancora un’incognita, nonostante sia essenziale per garantire la presenza degli studenti nel rispetto delle direttive ministeriali richiamate dall’assessore nella sua replica. Pur osservando queste direttive, la Giunta avrebbe potuto adottare, a nostro avviso, regole meno complicate per garantire sia la sicurezza degli studenti che le loro esigenze di studio”.

Nei giorni scorsi, il gruppo Lega aveva presentato un’interrogazione sulla mancata riapertura delle sale studio ad uso degli studenti alla Biblioteca Malatestiana e al campus universitario. A stretto giro di posta, la Giunta aveva annunciato il ripristino delle sale della Biblioteca illustrando le regole per potervi accedere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento