Lavori di stesura della fibra ottica, Baccini: "Non eseguiti a regola d'arte, danni alla rete stradale"

Il sindaco di Bagno di Romagna: "“Le opere eseguite hanno permesso una diffusione capillare della Banda Ultra Larga, ma teniamo particolarmente anche alle nostre strade"

Tra i progetti in cui l’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna si è impegnata a sviluppare c’è quello dello sviluppo della Banda Ultra Larga, per il quale nell’agosto 2018 è stato avviato un programma di interventi di posa in opera della rete in Fibra Ottica per telecomunicazioni a copertura di tutto il territorio comunale.

 Il territorio comunale è stato così sottoposto a una serie diffusa di cantieri che hanno portato alla stesura della rete della fibra ottica lungo il reticolo di strade comunali e provinciali, con opere di scavo, canalizzazione ed installazione di relativi tombini.
Sulla modalità delle opere realizzate lungo le strade è intervenuto direttamente il Sindaco di Bagno di Romagna con una missiva nei confronti di Open Fiber, concessionario incaricato delle opere, per contestare lo stato di attuazione degli interventi e sollecitare un immediato ripristino dei piani viabili.

“Al termine della realizzazione delle opere – fa sapere Marco Baccini – risultano evidente che le opere non sono state realizzate a regola d’arte con conseguente danno alla rete stradale comunale ed alla circolazione, che riteniamo debbano essere immediatamente risolti da parte del concessionario delle opere. Per citare alcune situazioni – spiega il Sindaco – alcuni tombini posati a terra costituiscono dei veri e propri ostacoli alla circolazione, mentre la canalizzazione effettuata nei piani viabili presenta evidenti problemi di cedimento, creando per tutta la rete viaria interessata veri e propri canali con conseguenti problemi di pericolosità per l’incolumità pubblica e per la struttura delle strade stesse”.

“Siamo consapevoli che le opere eseguite hanno permesso una diffusione capillare dell’accesso alla Banda Ultra Larga, ma teniamo particolarmente anche alle nostre strade, sulle quali ci stiamo impegnando ad intervenire con un progetto diffuso di riqualificazione e manutenzione e non accettiamo che le stesse vengano lasciate in condizioni precarie e degradate”.

 “Peraltro – commenta Baccini – in sede si autorizzazione dei lavori avevamo imposto precise prescrizioni circa le modalità di ripristino dei piani viabili, che prevedevano la completa asfaltatura ma che ad oggi non sono state rispettate.

“Dopo varie sollecitazioni avanzate più volte negli ultimi mesi, pertanto, ho ritenuto necessario procedere formalmente per diffidare al ripristino imminente di tutte le condizioni di sicurezza dei piani stradali, da realizzarsi con opere di ripristino e mediante regolare e puntuale asfaltatura degli stessi, facendo presente che sino ad allora l?ente Comunale riterrà gli affidatari delle opere esclusivi responsabili di ogni danno a persone e/o cose che si verificherà a causa della situazione denunciata”.

“E’ certamente sgradevole dover affrontare queste situazioni, ma per noi è necessario preservare il patrimonio comunale e gli interessi della Comunità” – chiude il Sindaco – che ora rimane in attesa di ricevere un piano di interventi richiesti per la sistemazione delle strade del Comune.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Boato nella notte, la banda del bancomat fa saltare lo sportello automatico

  • Pago e Rice tra gli attori, parte "Dittatura last minute": viaggio nella Romania di Ceausescu

Torna su
CesenaToday è in caricamento