menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La senatrice Bianconi incontra il ministro dell’energia e della salute di Malta

“Il mio incontro con il ministro Mizzi – ha dichiarato la senatrice Bianconi – è avvenuto proprio nei giorni in cui Malta stava vivendo la tragedia dei naufraghi vittime di trafficanti privi di scrupoli"

Martedì la senatrice Laura Bianconi ha incontrato a La Valletta Konrad Mizzi, ministro dell’energia e della salute della Repubblica maltese, con il quale ha discusso di importanti temi in materia sanitaria. L’incontro, seguito poi da un colloquio cordiale con l’ambasciatore italiano a Malta, rientra nell’ambito di un lavoro che la senatrice Bianconi, da 15 anni componente della commissione Igiene e Sanità del Senato, ha avviato con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin con la quale sta seguendo dossier rilevanti dell’agenda del ministro.

“Il mio incontro con il ministro Mizzi – ha dichiarato la senatrice Bianconi – è avvenuto proprio nei giorni in cui Malta stava vivendo la tragedia dei naufraghi vittime di trafficanti privi di scrupoli, ho rivissuto quello che solo pochi giorni prima è accaduto al largo delle nostre coste ed è stato veramente straziante vedere così tante persone private della vita, della dignità e della speranza di un futuro migliore”. L’emergenza dei profughi è stata anche l’occasione per affrontare con il ministro maltese il problema della gestione sanitaria di questa straordinaria ondata migratoria.

“Malta, come noi, sconta il fatto di essere geograficamente il primo avamposto per gli scafisti provenienti dalla Libia – aggiunge Bianconi – e oltre al problema primario di garantire spazi per l’accoglienza ci dobbiamo anche porre il problema di predisporre profilassi sanitarie speciali. infatti, proprio in conseguenza a questi grandi flussi migratori da paesi sottosviluppati ci troviamo ora ad affrontare malattie che consideravamo sconfitte e che da decenni non erano presenti sui nostri territori, e questo implica anche una riprogrammazione di tutti i nostri livelli di assistenza che dovranno essere dotati di strumenti e conoscenze per riconoscere e curare queste ‘antiche’ malattie”. L’incontro ha poi affrontato i temi sui quali il governo italiano intende rafforzare la collaborazione con Malta e che riguardano le vaccinazioni e l’innovazione, con particolare riferimento a una più stretta collaborazione tra le università e le strutture ospedaliere dei due Paesi.

“Ringrazio il ministro Mizzi per la calorosa accoglienza e per la disponibilità dimostrata nel voler intensificare i rapporti tra i nostri due Paesi – conclude Bianconi – ho trovato un interlocutore ben consapevole delle problematiche sanitarie più importanti come quella che riguarda l’allarme dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) sul fabbisogno giornaliero di zucchero, un allarme che entrambi abbiamo giudicato immotivato perché non supportato da studi ed evidenze scientifiche  e che perciò rischia di ingenerare comportamenti alimentari non corretti”. In conclusione dell’incontro il ministro maltese ha riferito alla senatrice Bianconi la sua volontà di aggiornare il memorandum Italia-Malta del 2009 in materia sanitaria, alla luce della sempre maggiore necessità di aggiornare i sistemi sanitari dei vari Paesi Ue alle esigenze della medicina transfrontaliera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento