Lattuca, Gozi e Bianconi staccano il biglietto per Roma

Gozi (Pd): "Chi volta il Pdl si è dimenticato del passato". Bianconi (Pdl): "Berlusconi? E' un drago altro che giaguaro". Lattuca (Pd): "Preoccupazione e amarezza"

L'on. Sandro Gozi (Pd), candidato in Lombardia 2, è stato confermato. “Nel nostro collegio siamo soddisfatti. Ci aspettavamo 18 eletti invece sono 22. Il fatto che sia stato confermato è un riconoscimento del lavoro svolto e una attribuzione di responsabilità e di volontà di lavorare; a livello locale un primo passo può essere fatto proprio a Cesena in vista delle amministrative”.

“Non mi aspettavo - ha agguinto - una percentuale così alta del M5S e neppure del centro destra. Berlusconi ha dimostrato di essere molto bravo nel condurre la campagna elettorale, ma sulla capacità di governo rimangono i dubbi. Chi lo ha votato ha dimostrato di essersi dimenticato in fretta del passato”.
E Renzi? “Renzi c'era, forse poteva essere più presente in questa campagna elettorale”.

La senatrice Laura Bianconi (Pdl) dovrebbe essere confermata. E' quinta in lista in Emilia Romagna, ma sono quattro le poltrone assegnate. E' da vedere in quali regioni il capo politico del centro destra Silvio Berlusconi resterà capolista. Ma la senatrice è fiduciosa.

Il Pdl ha fatto una rimonta storica – ha commentato - segno che Silvio Berlusconi è un drago altro che giaguaro! Il Pd è uscito ridimensionato in maniera storica; hanno fatto la figura del cardinale che è a un passo dal diventare Papa ma ne esce cardinale. Poi è un risultato straordinario del M5S”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Enzo Lattuca del Pd è il più giovane parlamentare d'Italia, ma la sua elezione non è avvenuta in un contesto particolarmente favorevole. Raggiunto a caldo durante la fase finale dello scrutinio ha ammesso la sua “preoccupazione” vista la difficile situazione di governabilità dello Stato. Su facebook ha scritto: “Di fronte a questa situazione disastrosa non ci resta che un po' di speranza insieme a tanta responsabilità: "Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile". Una dichiarazione di Francesco d'Assisi e qualcuno, vista la situazione, potrebbe pensare che sia rimasto da affidarsi ai Santi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento