La soppressione della motovedetta dei Carabinieri finisce in Regione

Il Consiglio Regionale è stato dibattuto il tema della soppressione della motovedetta dei Carabinieri di Cesenatico portato in aula dal consigliere Regionale Luca Bartolini

Il Consiglio Regionale è stato dibattuto il tema della soppressione della motovedetta dei Carabinieri di Cesenatico portato in aula dal consigliere Regionale Luca Bartolini. La Vice Presidente della Giunta Errani Simonetta Saliera ha spiegato come sia difficile portare in discussione di Conferenza Stato Regioni argomenti legati alla sicurezza nazionale trattata dai ministeri della Difesa e degli Interni  ma, ciononostante,  si è resa disponibile a segnalare ai Ministri competenti , tramite nota, le ulteriori argomentazioni che il Consigliere Bartolini con dovizia di particolari ha riportato nel dibattito in aula.

Infatti, il Consigliere Regionale Luca Bartolini facendo una sorta di conti della serva, ha riportato l’ammontare annuo di questo servizio particolarmente apprezzato dai cittadini , quale il monitoraggio della costa e  servizi di ordine pubblico non solo nel periodo estivo. “L’imbarcazione, che per le dimensioni ridotte non verrà neppure riutilizzata nelle più ampie coste mediterranee per il servizio anti immigrazione clandestina, è attualmente ferma agli ormeggi mentre il personale altamente qualificato è stato inserito nell’organico di terra.  La motovedetta dei carabinieri, ferma agli ormeggi dal 15 aprile, ha un costo annuo a consuntivo di appena 1.800 euro per i rifornimenti di carburante e di 2.000 euro anuui per le spese di carenaggio", evidenzia l'esponente del Pdl.

Non è quindi con la soppressione di un servizio così importante ed apprezzato dai cittadini e dal costo così esiguo di soli  3.800 annui – ha concluso Bartolini – che si risparmiano risorse pubbliche dato che la conseguenza della mancata vigilanza da mare accentua esageratamente anche  i rischi anche per i beni dello Stato stesso per importi ben maggiori. Infatti, anche la soppressione di tale servizio di vigilanza alle colonie Inpdap o altre ancora dello Stato,  rischiano conseguenze di costi ben maggiori nei casi di furti alle attrezzature oramai sguarnite di controlli di sorveglianza.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento