La Regione investe sul cinema, il bando finanzia anche la serie tv girata a Cesenatico

Mezzetti "L'obiettivo: la crescita culturale, imprenditoriale e professionale del settore, oltre alla valorizzazione del territorio"

La Regione Emilia-Romagna continua ad investire nel cinema e nell’audiovisivo a sostegno delle produzioni nazionali ed internazionali. E’ stata approvata la seconda tranche del bando che assegna contributi per 889mila euro a 12 progetti nazionali, ritenuti ammissibili, su un totale di 23 presentati. 

L’ammontare per questa seconda chiamata è diviso nelle annualità 2019 (678mila euro) e 2020 (211mila euro), sulla base dei progetti produttivi.

“L’obiettivo della Regione- afferma l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti- è quello di attrarre in Emilia-Romagna le produzioni internazionali e nazionali, come è il caso di questo ultimo bando, per far crescere creatività, imprese e professionalità locali legate all’audiovisivo. Per fare questo abbiamo potenziato l’operatività di Emilia-Romagna Film Commission, e la rete regionale di servizi e facilitazioni offerta in collaborazione con gli enti locali.  Ambientare i film in Emilia-Romagna significa anche valorizzare il nostro territorio, con riflessi importanti dal punto di vista turistico. Siamo convinti che l’Emilia-Romagna, forte di una tradizione cinematografica importante, possa tornare a ricoprire un ruolo di primo piano la crescita di questi ultimi anni del settore ci fa ben sperare; in questo senso i progetti approvati rappresentano un segnale rilevante”.

Tra i progetti finanziati anche la serie "Summertime", di Francesco Lagi, produzione Cattleya srl, è una storia d’amore tra due giovani sullo sfondo della Riviera adriatica. Le riprese saranno concluse a Ravenna e Cesenatico.

I progetti, ammessi al contributo del Fondo per l’Audiovisivo regionale provengono tutti dall’Italia in particolare da Roma, Bologna, Parma, Trento, Brescia. Si tratta di 2 serie televisive, 7 documentari e 3 lungometraggi, che saranno girati in buona parte nel territorio emiliano-romagnolo. Da rilevare la prima collaborazione istituzionale del colosso Netflix con un Fondo regionale, grazie alla buona collaborazione tra la Film Commission e i produttori di Cattleya.

Nel 2019 la Regione ha assegnato complessivamente oltre 2 milioni e 100mila euro, la metà dei fondi destinati al settore, a chi ha scelto l’Emilia-Romagna come location e come luogo per costruire un progetto cinematografico e audiovisivo. A questi fondi si aggiungeranno altre risorse per il completamento dei progetti nel 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
CesenaToday è in caricamento