La Regione in campo per le Pro Loco, oltre 100mila euro per quelle della provincia

La consigliera regionale Montalti: “Premiata dal bando regionale la vivacità delle Pro Loco nel nostro territorio”

La Regione Emilia-Romagna anche per il 2019 ha voluto riconoscere il grande impegno sociale delle Pro Loco, che da sempre rappresentano una forma di volontariato forte, capace di rafforzare la coesione di comunità e allo stesso tempo valorizzare il territorio, dalla sua identità ai suoi prodotti di eccellenza, in un’ottica di crescita dell’offerta culturale e turistica locale.

“Sono pari a 101 mila euro le risorse destinate alle associazioni di Pro loco della Provincia di Forlì-Cesena, grazie al bando indetto dalla Regione e dedicato alle attività di queste associazioni di promozione sociale. La graduatoria – afferma soddisfatta la Consigliera regionale Lia Montalti – ha premiato quattro progetti presentati dalle nostre realtà locali che hanno saputo dimostrare una grande capacità aggregativa e una efficacia nell’animazione culturale e turistica messa in campo".

Nel dettaglio, in Provincia di Forlì-Cesena sono destinati: 29.999 euro per l’associazione Pro Loco Terra del Sole (che raggruppa Terra del Sole, Bocconi, Castrocaro Terme, Dell’Alpe di San Benedetto, Dovadola, Forlimpopoli, Modigliana, Portico di Romagna); 29.940 euro per l’associazione Pro Loco Cusercoli Chiusa d’Ercole (Cusercoli Chiusa d’Ercole, Civitella di Romagna, Civorio, Corniolo Campigna, Fiumana, Meldola, Mevaniola, Predappio Alta, Premilcuore, Santa Sofia, San Zeno, Spinello); 29.940 euro per l’associazione Pro Loco San Piero in Bagno (San Piero in Bagno, Bagno di Romagna Terme, Borello Valle del Savio, Lago di Quarto, Mercato Saraceno, Montecastello, Pieve di Rivoschio, Sarsina, Selvapiana, Ranchio); 11.693 euro per l’associazione Pro Loco Aisem (San Mauro Pascoli, Borghi, Calisese, Longiano, Monteleone, Montiano).

“Si tratta di una notizia positiva per il nostro territorio – sottolinea Montalti –, le Pro Loco con le loro attività animano infatti la vita di numerose comunità, soprattutto in zone montane, dove sono fondamentali per rivitalizzare i piccoli centri, creando momenti di aggregazione sia per i residenti che per i turisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento