Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

L’Amministrazione comunale vara la prima variazione del Bilancio 2012

Registra un aumento di entrate e spese per 1 milione e 768mila euro la prima variazione sul bilancio preventivo 2012 messa a punto dalla Giunta comunale

Registra un aumento di entrate e spese per 1 milione e 768mila euro la prima variazione sul bilancio preventivo 2012 messa a punto dalla Giunta comunale. “Ma anche se davanti a queste cifre compare il segno più – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Carlo Battistini – questo non significa che si allargano i margini di manovra del Comune".

"Nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta di somme attese e già destinate a portare avanti progetti avviati: non avevamo potuto inserirle a bilancio solo perché non vi era certezza del momento in cui ci sarebbero state corrisposte - continuano Lucchi e Battistini -. Restano sul tappeto tutte le difficoltà che abbiamo segnalato durante tutto il percorso di definizione del bilancio. Ecco perché anche sul fronte degli investimenti non si prevedono nuovi interventi di rilievo. Unica eccezione, il ripristino della copertura del mercato ortofrutticolo, per un importo di circa 2,5 milioni di euro. Ma, in questo caso, la somma è coperta completamente dall’indennizzo dell’assicurazione e sarà trasferita a For, società gestrice del mercato, per la realizzazione delle opere necessarie. Per il resto, procediamo a piccoli passi, valutando con attenzione ogni spesa da sostenere, esattamente come stanno facendo le famiglie in questo momento di crisi”.

 Sul fronte dei maggiori introiti, una delle voci più rilevanti è quella ad appannaggio dei Servizi Sociali, che registrano una variazione in aumento di 742mila euro. A determinarla sono soprattutto l’arrivo di contributi arretrati da parte della Regione, a rimborso di progetti specifici definiti solo a consuntivo, e trasferimenti da parte dell’Ausl a seguito del passaggio di competenze gestionali dalla stessa Ausl al Comune per servizi rivolti a persone con disabilità. Altri 342mila euro non inseriti nei calcoli iniziali del bilancio arrivano dai dividendi delle azioni di alcune società partecipate: Hera, Unica reti, Romagna Acque e Fa.ce (la società che gestisce le farmacie comunali). Il settore Cultura può contare su circa 100mila euro in più, reperiti grazie a contributi provinciali e regionali e a sponsorizzazioni raccolte per lo svolgimento delle iniziative estive.

Poco più di 100mila euro arrivano da contributi statali ed europei per progetti particolari, come Jobtown per lo sviluppo delle opportunità di lavoro per i giovani. Infine, si registra un avanzo di 238mila euro determinato dal recupero di quote di canoni di edilizia residenziale pubblica riferiti agli anni 2009-2010. L’utilizzo di questa somma, però, è obbligatoriamente vincolato a essere reinvestito nelle politiche a sostegno dell’abitare. Da sottolineare, in generale, che proprio perché la parte preponderante delle maggiori entrate è rappresentata da finanziamenti mirati a interventi già ben definiti e avviati, nella stragrande parte dei casi ad esse corrispondono maggiori uscite in egual misura, determinate proprio dalla necessità di impiegare le somme incassate.

Passando al capitolo degli investimenti, con la variazione di bilancio la cifra cresce di 2 milioni e 657mila euro. Di questi,  ben 2 milioni e 496mila euro sono destinati al rifacimento della copertura del mercato ortofrutticolo danneggiata dal nevone ed è stato possibile finanziarli grazie all’indennizzo dell’assicurazione. Restano 161mila euro, che serviranno per una serie di piccoli e piccolissimi interventi di manutenzione e per garantire alcune forniture.

Con la variazione, l’Amministrazione ha elaborato anche la proposta di utilizzo dell’avanzo di bilancio, che ammonta a 2 milioni e 240mila euro. La scelta fatta è quella di non mettere in campo nuovi progetti, ma di utilizzare l’importo per alcuni degli interventi più impegnativi già presenti nel piano degli investimenti. Questo consentirà di rimodulare le entrate riducendo ulteriormente l’indebitamento del Comune (che scenderà dai 40,4 milioni del 2011 ai 36,4 del 2012, variazione compresa) e rivedendo prudenzialmente al ribasso le previsioni riferite alle alienazioni.

Lo schema messo a punto dalla Giunta per l'utilizzo dell'avanzo prevede 1 milione di euro per la Gronda-Bretella, 325mila euro per il Tecnopolo, 500mila euro per la ristrutturazione degli impianti termici pubblici volti al risparmio energetico, 300mila euro per la riqualificazione di piazza della Libertà. Infine, 100mila euro serviranno per la realizzazione del nuovo percorso pedonale in piazza del Popolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Amministrazione comunale vara la prima variazione del Bilancio 2012
CesenaToday è in caricamento