Sanità, interpellanza di Cesena SiAmo Noi sul 118: "Casi di ritardo"

Lo chiede in un'interpellanza presentata in Consiglio comunale "Cesena SiAmo Noi"

"Il servizio del 118 è adeguato alle esigenze dei cesenati?" Lo chiede in un'interpellanza presentata in Consiglio comunale "Cesena SiAmo Noi". "Riteniamo che l'amministrazione comunale non sia minimamente informata della situazione di difficoltà del servizio del 118 cesenate", affermano Vittorio Valletta e Vania Santi, i due candidati della lista Civica che si sono passati il testimone in Consiglio. "Il servizio attualmente - illustrano Valletta e Santi - prevede tre ambulanze sul territorio Cesenate, una sull'area di Cesenatico ed una nella zona di Savignano sul Rubicone".

"Considerato che aumenta sempre più l'utilizzo dei mezzi di soccorso per servizi come dimissioni e trasferimenti dei pazienti da un ospedale all'altro, iniziano a manifestarsi in maniera preoccupante alcuni casi di interventi con un ritardo che non è consono ad un servizio di qualità - proseguono gli esponenti della lista civica -. Aumentano inoltre le chiamate per episodi che non richiederebbero l'utilizzo del 118, ci chiediamo se vi sia un filtro adeguato dal servizio sanitario di base. Infine nell'ultimo periodo, da maggio scorso, si è aggiunta una ulteriore criticità: sono stati tagliati i fondi ed il servizio di trasferimento pazienti, svolto sino ad Aprile da operatori del 118 con lavoro straordinario retribuito, è attualmente svolto da altri soggetti in maniera volontaria. In conclusione, delle 5 ambulanze presenti sul territorio ne servirebbero almeno tre in più per le attuali esigenze".

Cesena SiAmo Noi, aggiungono Valletta e Santi, "ha chiesto più volte di evidenziare i servizi dell'attuale Bufalini che necessitano di essere migliorati e potenziati, ma sia il sindaco Paolo Lucchi che l'assessore Simona Benedetti hanno sempre risposto che non sussiste alcuna criticità, anche negli incontri del Comitato Nuovo Ospedale a cui abbiamo partecipato. Gli attivisti di Cesena SiAmo Noi sono invece fermamente convinti che occorra approfondire la qualità dei servizi del nostro Ospedale, a maggior ragione quando si discute di realizzarne uno nuovo". Per Valletta e Santi "non ha senso discutere di un Nuovo Ospedale partendo da motivazioni quali la difficoltà di parcheggio e di accessibilità o dalla mancanza di risposta sismica della struttura Sanitaria".

Oltre all'interpellanza in Consiglio comunale, Cesena SiAmo Noi presenterà nei prossimi giorni una richiesta di accesso agli atti sul Servizio del 118 per conoscere gli interventi degli ultimi due anni, verificando la motivazione dell'utilizzo dell'ambulatorio (trasferimento, dimissioni, codice di pronto soccorso) ed i relativi tempi di intervento. "Sappiamo bene che la missione dell'Asl unica di Romagna è quella di contenere i costi, a patto di non peggiorare i servizi: per questo è necessaria una attenta analisi della qualità del servizio offerto ai cittadini cesenati", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento