Insulti reciproci su Facebook tra Papperini (M5s) e il suocero del sindaco: archiviata la causa in tribunale

I fatti in questione erano accaduti su Facebook dove era nato un acceso confronto politico. Da una parte e dall'altra volarono epiteti offensivi, ma è stato Rocchi, padre della compagna dell'attuale sindaco Matteo Gozzoli a denunciare

Finisce archiviata la querela per diffamazione scaturita da una lite su Facebook tra Alberto Papperini, ex candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle di Cesenatico e Valerio Rocchi, legato alla famiglia del sindaco Matteo Gozzoli. A darne notizia è lo stesso Papperini: “Lo scorso 10 dicembre, il Giudice per le udienze preliminari del tribunale di Forlì ha disposto ordinanza di archiviazione perchè 'gli epiteti utilizzati si collocano nell'ambito di una discussione di natura politica'. Ma questa volta la vicenda ha una valenza ben più imponente, infatti implicati vi sono quattro esponenti pentastellati”.

I fatti in questione erano accaduti su Facebook dove era nato un acceso confronto politico. Da una parte e dall'altra volarono epiteti offensivi, ma è stato Rocchi, padre della compagna dell'attuale sindaco Matteo Gozzoli a mandare tutto all'autorità giudiziaria. Dice Papperini: “Successivamente, attraverso raccomandate postali, lo stesso Rocchi ha preteso addirittura la cancellazione di tutte le condivisioni dei post, individuando tra le tante condivisioni solo quelle degli esponenti più in vista a Cesenatico del Movimento 5 Stelle. Avendo ricevuto diniego dai destinatari, come rivalsa ha tentato di allargare il campo degli indagati, attraverso integrazione alla querela, anche a Giuliano Fattori (attuale capogruppo M5S), Jessica Amadio (candidata lista regionali M5S) e Marco Ceccarelli (attivista M5S) per aver condiviso i post sui loro profili facebook. Gli avvocati Pietro ed Enrico Biguzzi, difensori di Papperini, hanno svolto un lavoro attento e doveroso di ricostruzione della vicenda poi confluito nella motivazione del Giudice che ha disposto l'archiviazione della querela in ragione dei 'numerosi post pubblicati dallo stesso querelante (Valerio Rocchi) riferitesi alla persona del Papperini con utilizzo di epiteti ed espressioni diretti a svilirne il valore'”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad intervenire sulla questione è anche Carlo Ugo de Girolamo, deputato romagnolo del Movimento 5 Stelle: “Apprendo con grande soddisfazione la definitiva archiviazione della querela, un’importante riconoscimento che rappresenta l’esplicitazione di quel diritto costituzionale di critica e di opinione. Auspico che il dibattito sui temi che stanno a cuore alla città, possa avvenire in futuro sul piano del confronto e non certo delle ritorsioni personali”. Sempre Papperini: “Tuttavia prendiamo atto che chi fa opposizione nell’interesse del bene pubblico e critica l’operato del Sindaco Gozzoli non viene considerato come rappresentanza democratica, ma come elemento di disturbo e fastidio. Qualcuno crede ancora di poter censurare la libera informazione e critica politica, ma i cittadini che rappresentano il Movimento 5 Stelle di certo non si faranno intimidire nel proprio impegno civico”. Il sindaco Gozzoli, interpellato, ha preferito non replicare nella polemica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento