Verso le elezioni, la "Cesena del futuro": inizia il confronto aperto del Pd con la città

Il primo momento pubblico è stato fissato venerdì sera nella Casa del Popolo di S. Egidio.

Il Partito Democratico di Cesena, dopo le assemblee svolte nei circoli, inizia un confronto aperto con la città per tratteggiare i contorni della Cesena del futuro. L’obiettivo è quello di individuare, attraverso un percorso di confronto ampio ed inclusivo, i temi intorno a cui incentrare il progetto politico da presentare, nel 2019, ai cesenati. Il primo momento pubblico è stato fissato venerdì sera nella Casa del Popolo di S. Egidio. 

"Questa assemblea - sottolinea il segretario comunale del Pd di Cesena Matteo Marchi - si presenta come un momento aperto a chiunque desideri partecipare alla costruzione della visione di città del futuro. Per questo abbiamo ritenuto importante convocare un momento ampio, a cui potessero partecipare non solo gli iscritti, ma anche tutti coloro che, insieme al Pd, intendano contribuire all’elaborazione del progetto politico da presentare ai cesenati nel 2019. Siccome appare evidente come sia necessario aprire strade nuove, è doveroso mettere in campo un nuovo approccio, molto più aperto e ricettivo rispetto al passato".

"In questa fase - continua Marchi - dobbiamo fare lo sforzo di individuare i temi intorno a cui la città possa disegnare il proprio futuro: vi è quindi la necessità di riflettere, nel modo più ampio possibile, di come vogliamo che sia la Cesena nella quale cresceranno i nostri figli. Il Pd in questi mesi ha sviluppato alcune idee (sulla sostenibilità ambientale, sulla visione culturale, sull’assetto urbanistico quale fattore di equilibrio territoriale e leva di sviluppo economico e del lavoro) intorno a cui vorremmo confrontarci con quante più persone possibili".

"Nelle scorse settimane - osserva il segretario - i nostri circoli sono stati impegnati a discutere dell’esito delle elezioni del 4 marzo, analizzando le cause di una sconfitta cocente. E proprio da quella analisi intendiamo ripartire, modificando radicalmente un approccio che, percepito negativamente, ci ha allontanato dagli elettori. Per questo, dopo l’assemblea di venerdì, proseguiremo a confrontarci nei circoli, ma svilupperemo gruppi di lavoro aperti e continueremo ad incontrare realtà associative, culturali ed economiche del nostro territorio, in modo tale da avere quanti più punti di vista, necessari a riempire di contenuti il futuro della nostra città".

"La situazione nazionale - conclude Marchi - è particolarmente complessa, con nuove probabili elezioni che sembrano profilarsi. Ancor più alla luce di un quadro politico nazionale in cui sempre più ci si chiude e poco ci si confronta, sul territorio è necessario dare un chiaro segnale di inversione di questa tendenza, tornando a discutere di temi e di futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento