menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta sul Cesena di Campedelli, Di Placido (LibDem): "Silenzio del Comune"

E' quanto afferma Luigi Di Placido (Liberaldemocratici per Cesena) in merito alle inchieste sull'ex presidente del Cavalluccio, Igor Campedelli, e la sua gestione del Cesena e delle società a essa collegate.

Premesso che sarà la Magistratura a riscontare eventuali reati, e che occorre quindi attendere la conclusione delle indagini e i possibili conseguenti processi, le notizie su un terzo filone di inchiesta relativa alla precedente gestione del Cesena Calcio (quella attuale va ringraziata per lo sforzo che sta compiendo) non possono non destare preoccupazioni e interrogativi". E' quanto afferma Luigi Di Placido (Liberaldemocratici per Cesena) in merito alle inchieste sull'ex presidente del Cavalluccio, Igor Campedelli, e la sua gestione del Cesena e delle società a essa collegate.

"Non spetta a noi addentrarci negli aspetti giudiziari, anche se le vicende delle quali si parla disegnano un quadro poco lusinghiero che, se confermato, sarebbe una vera e propria offesa alla città e all'amore che essa nutre per la sua squadra di calcio - afferma Di Placido -. Quello che non ci spieghiamo e il totale silenzio dell'Amministrazione Comunale sugli sviluppi di tali vicende. Fino a prova contraria, lo Stadio è di proprietà del Comune, e se fosse vero che sono state fatte azioni poco chiare anche sulla sua manutenzione straordinaria e sui suoi lavori di adeguamento, arrivando addirittura a false fatture per lavori mai eseguiti, sarebbe doveroso pretendere assoluta chiarezza, in quanto stiamo parlando di beni e soldi di tutti i cittadini".

"I lavori di manutenzione dello Stadio sono compresi nel canone di affitto annuale che il Cesena Calcio deve corrispondere al Comune - chiosa il liberaldemocratico -. Se tali lavori non ci sono stati, o sono stati meno di quelli dichiarati, o sono stati sovrastimati, qualcuno ha gestito una proprietà pubblica senza rispettare i patti. Dal momento che ultimamente vediamo il Sindaco e la sua Giunta particolarmente attenti alla definizione dei criteri per la gestione di proprietà pubbliche, non capiamo il perché di questo basso profilo nella vicenda in questione. Forse sarebbe opportuno nominare un legale (e questo non dovrebbe essere un problema, vista la familiarità dell'Amministrazione con tale procedura). Sarebbe comunque necessario adoperarsi per capire con precisione se, e in che maniera, il Comune (e quindi i cittadini) sia stato danneggiato. Questo anche per provare l'assoluta trasparenza delle azioni dell'Amministrazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento