menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Fiera parla Pierluigi Bersani: "Il nostro movimento ha più pane che denti"

"Anche se per ora il nostro movimento ha più pane che denti, abbiamo fatto bene a farlo. Ci voleva - ha continuato Bersani - In politica ci sono l'etica della responsabilità e l'etica della convinzione"

"Se uno è di sinistra, sente di appartenere alla sinistra, vuol dire che il mondo così com'è non gli piace. E allora si dà da fare, riparte dall'inizio e fa il suo mestiere. E il suo mestiere è di essere alternativo alla destra.."  Pierluigi Bersani, schietto come sempre, non ha fatto tanti giri di parole ieri sera alla Fiera di Cesena durante l'incontro organizzato dal Comitato promotore di Articolo Uno per giustificare la sua scelta di allontanarsi da un Pd nel quale non si riconosceva più. 

"Anche se per ora il nostro movimento ha più pane che denti, abbiamo fatto bene a farlo. Ci voleva - ha continuato Bersani - In politica ci sono l'etica della responsabilità e l'etica della convinzione.  Quando è troppo è troppo, l'eccesso di compromessi snatura la convinzione" ha ribadito davanti a un folto pubblico orgoglioso di riconoscersi nel vero popolo della sinistra. 

Ad accompagnarlo sul palco i politici locali che hanno organizzato l'incontro: Leonardo Biguzzi, Giuseppe Zuccatelli ed Elena Baredi. A discutere con lui, invece, i giornalisti Elide Giordani del Resto del Carlino e Giampaolo Castagnoli del Corriere di Romagna. 

"Articolo Uno - ha spiegato Leonardo Biguzzi, presentando Bersani al pubblico - dovrà fare un grande sforzo intellettuale per cercare di trovare risposte nuove ai problemi del mondo di oggi, tenendo però come punti fermi le nostre parole di sempre: lavoro, uguaglianza, democrazia. Siamo gli unici che possiamo farlo. Sarà una sfida difficile, ma vale davvero la pena raccoglierla". 

Poi Bersani, stimolato dalle domande, ha parlato del perché della scissione. "La scissione era già avvenuta da tempo e in modo molecolare. Io sono solo andato a raccogliere quello che era rimasto della sinistra e a rispolverare energie all'interno del partito pericolosamente esposte all'astensionismo. C'era un folto numero di persone che non si sarebbe più riconosciuto, com'è accaduto a me, in quel modo di fare politica. Siamo qui per risvegliare la loro anima di sinistra. E ce la faremo".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento