Imu su aree edificabili, il sindaco a Forza Italia: "Tasse dovute devono essere pagate da tutti"

L'amministrazione interviene sulla questione degli accertamenti Imu avviati dal Comune, e criticati da Forza italia

Il sindaco Marco Baccini

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini e l'assessore Alessandro Severi intervengono sulla questione degli accertamenti Imu su aree edificabili avviate dal Comune, che Alice Bonguerrieri e Forza Italia hanno criticato.

"Prima di tutto – dichiarano i due amministratori – è necessario prima fare alcune puntualizzazioni. La delibera del 16 novembre ha fissato i valori di riferimento ai fini IMU, in base alle perimetrazioni degli ambiti individuati dagli strumenti urbanistici PSC, RUE e POC (approvati rispettivamente nel 2006, 2009 e 2017). Tali valori, seppur basati su valori di mercato dei terreni edificabili, sono solo valori indicativi, ovvero determinati con criteri assunti in via generale su tutto il territorio comunale. Proprio per questo, sono già previsti numerosi fattori di riduzione, quali la presenza di frane, di fasce di rispetto, della difficoltà di costruire in terreni in pendenza, etc.. Inoltre, al fine di verificare più puntualmente ogni situazione, presso l’Ufficio Tributi del Comune è possibile analizzare i vari casi ed eventualmente procedere ad una rettifica. A livello generale, pare poi opportuno rammentare che è onere e responsabilità del cittadino sincerarsi se il pagamento IMU è dovuto ed il valore su cui calcolare l’imposta. Ove si ritenga che il valore indicato non tiene conto di taluni fattori contingenti, quali l’effettiva impossibilità di edificare o errori catastali, è possibile comunicare una proposta di valore ritenuto congruo, eventualmente supportata da un tecnico di fiducia del cittadino (pratica normalmente prevista nella dichiarazione IMU). Precisiamo poi che sebbene gli accertamenti possano prevedere il recupero delle somme dovute fino a 5 anni precedenti all’accertamento, oltre i quali c’è la prescrizione, è anche vero che i proprietari che risulteranno aver omesso il pagamento non saranno chiamati a pagare per il periodo dal 2006/2009 al 2012, differentemente degli altri concittadini, che invece hanno sempre pagato".

"Comprendiamo - proseguono sindaco e assessore - che per Alice Bonguerrieri i principi di equità e pari diritti e doveri del cittadino siano valori di poca rilevanza ma, in tutta onestà, l’Amministrazione ritiene che le tasse, ove dovute, debbano essere pagate da tutti. Pur comprendendo che ci siano casi ove il mancato pagamento non sia stato determinato da disonestà ma da mancata conoscenza, ciò non toglie che sia moralmente giusto ristabilire equità e uguaglianza, soprattutto per chi fino ad oggi – nelle medesime situazioni – si sia sempre trovato a pagare. Tra l’altro si rammenta alla Bonguerrieri che il pagamento, sebbene gravato della sanzione, nei termini di adesione può essere saldato con una corposa riduzione della sanzione pari al 75% (cioè si pagherà solo il 25% della sanzione). Rammentiamo poi che le previsioni del PSC che, (come cita la Bonguerrieri) verranno ridimensionate dal PUG, erano già presenti durante la sua rappresentanza in Consiglio Comunale, così come nella seduta del 2012 ove venivano fissate le aliquote IMU e ove (recitiamo il testo della delibera) “È possibile utilizzare i criteri di riferimento per la determinazione dei valori dei terreni edificabili deliberati […] laddove trovino analogia con il “nuovo” strumento urbanistico PSC”. Per precisione specifico che l’Alice votò contraria alla delibera ma non risultano, nè da parte sua nè da parte di altri, interventi contrari a tale comma".

Questa l'analisi finale dei due amministratori: "Purtroppo, come in precedenti casi, oltre a giudicare con estrema superficialità i fatti e ad esporli in maniera approssimativa, è chiaro ed evidente l’intento di voler fomentare il malcontento di qualcuno, contro basilari principi su cui si basa il vivere comune quali equità e pari trattamento. Tra l’altro l’accertamento sulle aree edificabili era già iniziato lo scorso anno, senza per questo destare alcun interesse della Bonguerrieri. E’ certo un peccato che, complice il desiderio di riapparire dopo quattro anni di assenza in previsione delle prossime elezioni, il dibattito politico si riduca a questi termini e modi. Ci chiediamo infine, vista la netta posizione della Bonguerrieri, se nei territori amministrati da esponenti di Forza Italia sia prassi esentare taluni cittadini dal pagamento di imposte e tributi che gli altri cittadini regolarmente pagano".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento