Imu per le piattaforme: "Il Governo lascia sola Cesenatico"

Risposta negativa del Governo all'interrogazione presentata dal parlamentare romagnolo Marco Di Maio in accordo con il sindaco Matteo Gozzoli a seguito dall'ordine del giorno approvato all'unanimità dal Consiglio comunale. Nessun impegno da parte dell'Esecutivo

"Sull'Imu per le piattaforme petrolifere, il governo se ne lava le mani e lascia Cesenatico a combattere da sola. Ne prendiamo atto". Lo afferma il deputato romagnolo Marco Di Maio dopo aver ricevuto risposta alla propria interrogazione in Commissione Finanze alla Camera (trasformata in question-time per costringere l'Esecutivo a dare una risposta in tempi rapidi). Risposta su cui si è immediatamente confrontato con il sindaco Matteo Gozzoli. 

"Il sottosegretario Alessio Villarosa, a cui riconosco la massima cortesia e gentilezza - afferma il parlamentare - ha però letto una risposta evidentemente preparata dagli uffici della struttura, nella quale sostanzialmente il suo ministero non si assume alcun impegno per cercare di rendere giustizia al Comune, che dal mancato introito Imu per le piattaforme al largo della nostra riviera rischia di perdere 3 milioni e 800mila euro che sarebbero destinati a realizzare opere pubbliche di interesse collettivo. Ignorando anche apposite norme approvate nella precedente legislatura e sentenze della Corte di Cassazione". 

"Non è quello che ci attendavamo dal Governo, tanto più di fronte ad una espressione unanime del consiglio comunale di Cesenatico - conclude amaramente Di Maio - che aveva chiesto all'Esecutivo di assumere l'impegno se non di risolvere il contenzioso, almeno di prendere provvedimenti per il futuro. Nulla di tutto questo è stato fatto; ma non ci fermeremo qui". 

Gozzoli: "Profonda delusione"

Commenta il sindaco Gozzoli: “La risposta che il Governo ha fornito non può che lasciarmi un senso di profonda delusione, di amarezza e di abbandono di fronte ad una tematica così importante, non solo per il Comune di Cesenatico, ma anche per numerosi altri Comuni italiani.  Ricordo infatti che solo in Emilia Romagna ad essere coinvolti, oltre al Comune di Cesenatico, ci sono i Comuni di Ravenna e di Rimini, con in ballo decine di milioni di euro. Non capisco per quale motivo l’attuale Governo, oltre a non prendere in considerazione le posizioni già più volte espresse dalle sentenze della Cassazione che hanno, di fatto, già tracciato una strada ben definita, ossia l’assoggettabilità all’IMU delle piattaforme, si schieri sulla stessa linea espressa dalla Commissione tributaria di Forlì-Cesena che, a sua volta, si basava su una risoluzione del Ministero dell'Economia e delle Finanze".

"Quello che si dichiara il Governo del cambiamento in realtà sta esprimendo in maniera ufficiale le stesse posizioni delle lobby del petrolio. Questa posizione non chiara può modificare le sorti di diversi Enti pubblici; per la sola Cesenatico, infatti, fermo restando le annualità dal 2016 in avanti (anno in cui è cambiata la normativa sull’impianti produttivi), sono in discussione 3.8 milioni di euro che dovevano essere usati dal Comune per procedere con investimenti pubblici a beneficio dei cittadini e delle imprese del territorio - prosegue Gozzoli -. A nome dell’amministrazione comunale prendo atto, con amarezza, di questa prima risposta; ricordo che il Consiglio comunale, all’unanimità, nei mesi scorsi (seduta di Consiglio comunale 30 luglio 2018), aveva richiesto un intervento al Presidente del Consiglio e al Governo, a testimonianza che questa problematica riguarda tutta la nostra comunità, senza distinzione di parte.
Ringrazio Di Maio per essersi interessato ad un tema cosi importante, non solo per Cesenatico, ma per tutto il territorio romagnolo. Noi intanto proseguiremo a chiedere che ci sia una presa di posizione da parte di Governo e Parlamento, e che siano confermate le linee già tracciate dalla Cassazione nel 2016; occorrerà poi un ulteriore chiarimento normativo in merito agli anni dal 2016 in avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento