Imprese cinesi, Morrone (LN): "Allarme anche in Romagna, fare subito un censimento"

Queste le parole del segretario leghista Jacopo Morrone che lancia l'allarme anche in Romagna, dopo la tragedia di Prato di qualche giorno fa

“Obiettivo: censire le ditte cinesi per evitare che siano bypassati i controlli qualitativi e di sicurezza degli impianti. Non si contano più le ditte orientali che in questi anni hanno colonizzano il comprensorio romagnolo infiltrandosi, più o meno legalmente, nelle filiere produttive locali". Queste le parole del segretario leghista Jacopo Morrone che lancia l'allarme anche in Romagna, dopo la tragedia di Prato di qualche giorno fa. "Il comparto calzaturiero del rubicone così come quello del mobile imbottito di Forlì sono solo alcuni esempi di distretti produttivi che hanno subito nel tempo la concorrenza delle imprese cinesi e ne hanno sofferto la spietata competitività."

"Qualità ed efficienza dei nostri prodotti sono messi a rischio da aziende che se ne fregano del testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 - TUSL) - caposaldo della normativa italiana in materia di tutela del lavoratore, e immettono sul mercato prodotti qualitativamente scandenti a prezzi stracciati. A queste condizioni i nostri artigiani faticano a reggere la competizione con le ditte orientali", aggiunge il Segretario della Valle del Rubicone, Luciano Maroni, diretto interessato nella crisi del calzaturiero e in prima linea nella battaglia per la tutela e la valorizzazione del made in Italy.

"Dobbiamo censire le imprese orientali in Romagna, mapparne gli agglomerati e la densità territoriale, sapere cosa producano e se rispettino le direttive in materia di sicurezza sul lavoro e di certificazione della qualità del prodotto finale", conclude Morrone, che pone l'accento anche sulle "condizioni in cui versano i lavoratori all'interno di questi capannoni onde evitare situazioni di incuria e sporcizia simili a quelle pratesi."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento