Il PLI: "Problema evidente di sicurezza a Cesena"

"Che Cesena abbia un problema generale di sicurezza lo andiamo ripetendo da tempo, ed i fatti drammatici di questi giorni, peraltro di natura assai diversa tra loro"

Che Cesena abbia un problema generale di sicurezza lo andiamo ripetendo da tempo, ed i fatti drammatici di questi giorni, peraltro di natura assai diversa tra loro, non cambiano in un senso o nell’altro una opinione che manteniamo ormai da anni. Questa però è l’occasione, con l’attenzione dell’opinione pubblica allertata dagli eventi, per ribadire come il problema della sicurezza, del controllo del territorio e del contrasto al crimine ci sembri essere stato a lungo sottovalutato dalle istituzioni.

 

Già nelle passate legislature si è molto discusso su un sottodimensionamento delle dotazioni di personale di polizia nella nostra città, soprattutto a fronte di crescenti richieste di sicurezza da parte dei cittadini e a fronte di un andamento dei reati tutt’altro che tranquillizzante. Certo a Cesena gli omicidi sono ancora, per fortuna, episodi sporadici e a se stanti, benché si comincino a ripetere con più frequenza che in passato. E’ però unanimemente riconosciuto come altri reati, come ad esempio i furti, finiti anche con gravi lesioni, siano in crescita preoccupante. Ancora una volta quindi chiediamo a tutti di fare la propria parte per affrontare nel modo più efficace questo problema, prima che sfugga di mano. Il sindaco promise in campagna elettorale di impegnarsi per un riequilibrio di forze di polizia a vantaggio di Cesena, lo invitiamo ad insistere su questo con più efficacia presso le autorità competenti (questore e prefetto). Invitiamo i parlamentari locali a fare analoghe azioni in Parlamento e verso il governo, anche per un uso più razionale delle risorse a disposizione delle forze dell’ordine. Invitiamo infine la magistratura a non sottovalutare reati come lo stalking ed in generale la violenza nei riguardi delle donne e dei minori, reati purtroppo in crescita anche da noi e particolarmente odiosi e difficili da contrastare. Invitiamo infine il prefetto ad accettare gli inviti presso la commissione competente comunale, poiché crediamo che un confronto più allargato di opinioni sia sempre e comunque utile ad affrontare al meglio i problemi che toccano da vicino la collettività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento