rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Politica Cesenatico

Il Pd di Cesenatico protesta: "Lo sbarco 'selettivo' dei migranti dalle Ong una lesione alla dignità umana"

"Parole come “carico residuale” e “sbarco selettivo”, utilizzate dal Governo Meloni e dal Ministro dell’Interno Piantedosi per gestire questa emergenza, sono inaccettabili"

In questi giorni assistiamo tramite i Tg nazionali alla “questione migranti” e al tema degli “sbarchi selettivi” sulla pelle di esseri umani. Pare che l’emergenza sia la gestione migranti in particolare cercando di impedire lo sbarco di profughi provenienti dalle navi di Ong. 

“Quanto sta avvenendo nel porto di Catania a bordo delle navi Geo Barents e Humanity è disumano e vergognoso per un Paese civile. Parole come “carico residuale” e “sbarco selettivo”, utilizzate dal Governo Meloni e dal Ministro dell’Interno Piantedosi per gestire questa emergenza, sono inaccettabili e contrarie sia sotto il profilo umano che sotto il profilo delle norme internazionali. A bordo si trovano esseri umani, non oggetti o merci che possono essere stoccate come se si trattasse di un magazzino. Separare aventi diritto stabilendo quale sia la soglia accettabile di chi far sbarcare e chi no come se si potesse sapere lo stato di sofferenza di queste persone e come se potessimo giudicare tu si e tu no… Che esseri umani siamo per fare questo?” 

Commenta così la segretaria del Pd di Cesenatico Valentina Montalti che aggiunge: “La nostra Costituzione e le nostre norme vietano di discriminare in base al sesso, all'età o per infermità. La stessa legge del mare prevede che si debba soccorrere chi è in difficoltà in mezzo al mare. Da Cesenatico paese e borgo marinaro non possiamo che mandare un segnale di forte contrarietà e protesta per quanto sta avvenendo sulla pelle di donne, uomini e bambini. L’Europa senza dubbio deve far rispettare i piani di accoglienza ma piuttosto che accanirsi sulle persone in cerca di aiuto, avremmo preferito vedere da parte del nuovo Governo un impegno in Europa nello stimolare un piano per l’Africa e nella condivisione dei paesi per l’accoglienza, sono queste le vere battaglie e non il numero di sbarchi che ad oggi ha ben poca influenza sui flussi migratori in corso tutti i giorni nei paesi del mediterraneo. Il Governo invece di parlare di emergenze che non esistono è bene che si concentri sulle reali emergenze del Paese: la crisi energetica in atto e le estreme difficoltà che famiglie ed imprese stanno vivendo.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd di Cesenatico protesta: "Lo sbarco 'selettivo' dei migranti dalle Ong una lesione alla dignità umana"

CesenaToday è in caricamento