Politica

Il pacchetto lavoro approda in consiglio: impostazione in 3 macro aree

Il pacchetto lavoro approda in consiglio comunale. Ha tutte le caratteristiche per essere uno dei temi al centro della campagna elettorale che verrà. Anche alla luce della recente conferenza stampa dell'opposizione che ha trattato l'argomento tra i primi punti

Il pacchetto lavoro approda in consiglio comunale. Ha tutte le caratteristiche per essere uno dei temi al centro della campagna elettorale che verrà, anche alla luce della recente conferenza stampa dell'opposizione, che ha trattato l'argomento tra i primi punti. L'assessore al lavoro Matteo Marchi ha presentato in consiglio comunale l'impostazione dell'amministrazione che propone un'analisi del problema per tre macro aree e che ha trovato un primo banco di prova nel progetto Jobtown motore delle linee guida della delibera.

"Possiamo suddividere l’impostazione in 3 macro aree - esordisce Marchi -. La prima è quella del sostegno all’imprenditoria e alla neoimprenditoria: vi trovano spazio interventi relativi al sostegno ai Consorzi fidi e cooperative di garanzia, nel quale però trovare filoni di priorità; i contributi per le imprese che assumono o stabilizzano personale, il rafforzamento, non solo economico ma anche di sinergia e connessione, dell’impegno su CesenaLab; la creazione di un percorso di accompagnamento alla neoimprenditoria (una sorta di incubazione light, slegata cioè dagli spazi fisici) rivolta all’impresa creativa, culturale e turistica; l’estensione del sostegno per l’affitto dei locali sfitti a tutta la città; nuovi e diversi criteri – da discutere in Consulta Agricola – per l’affidamento dei poderi comunali. Una macroarea quindi legata allo sviluppo degli strumenti d’impresa".

"La seconda macroarea riguarda il campo dell’inclusione sociale - chiarisce l'assessore -. Puntando quindi sugli inserimenti socio-lavorativi (quelli comunemente conosciuti come borse lavoro) per le persone con problemi di marginalità sociale; insistendo sugli inserimenti lavorativi delle persone con disabilità, nella convinzione che per loro la realizzazione lavorativa ha una valenza almeno doppia. La terza area è quella dei nuovi strumenti: in particolare si aprono spazi dati dalla recente normativa regionale sui tirocini, che inserisce due elementi di novità: una retribuzione di 450 euro per i tirocinanti, e l’allargamento dello strumento ai disoccupati. L’intento è quello di cogliere queste opportunità per creare opportunità di tirocinio, in sinergia col mondo dell’impresa, in settori nei quali il conseguimento delle unità di credito formative possa andare di pari passo con il miglioramento della città".

"Parallelamente - aggiunge l'assessore - sempre nel solco della norma, sostenere le realtà imprenditoriali che avviano progetti di inserimento. Un percorso quindi in sintonia – e non in contrasto – col mondo dell’impresa, in un piano di parità; un ulteriore strumento nuovo vuole in realtà recuperare quella che era una consuetudine passata, creando occasioni di brevi esperienze lavorative nella distribuzione commerciale (penso in modo particolare ai fine settimana) o nel settore agricolo, sfruttando l’elasticità data dai voucher, con un sostegno pubblico alle imprese che avviano questi percorsi".

"Oltre agli interventi esposti, vi sono altri due aspetti a nostro avviso funzionali: da un lato l’impegno a prevedere un sistema di rateizzazione tributaria per le imprese, dall’altra la creazione dell’Alleanza per il lavoro - prosegue l'assessore  un tavolo che non si prefigge l’obiettivo di elaborare e sottoscrivere l’ennesimo patto, ma si veste del ruolo di coordinamento e sinergia delle azioni che i vari attori hanno o intendono mettere in campo. Vuole quindi essere un tavolo nel quale le buone pratiche diventino patrimonio comune, e dove insieme si analizzano e valutano le diverse azioni avviate, scremando di volta in volta quelle che non dimostrano in grado di esprimere i risultati attesi, concentrando così le risorse su quelle più capaci di rispondere ai bisogni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pacchetto lavoro approda in consiglio: impostazione in 3 macro aree
CesenaToday è in caricamento