menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nuovo insediamento produttivo di Arca, M5S: "Area non attrezzata a riceverlo"

Capponcini: "L’insediamento dell’ARCA di cui in delibera, incide proprio su un’area critica per la viabilità di una delle più importanti direttrici di traffico di Cesena"

Sul nuovo insediamento di Arca è intervenuto in Consiglio comunale anche il consigliere del M5S Claudio Capponcini. che ha parlato di un progetto "in un’area non attrezzata, non servita da vie preferenziali e adatte per il transito dei mezzi di trasporto, con un aggravio importante del traffico globale in una zona della città già carica di circolazione pesante e intensa. In base alla nuova legge regionale urbanistica viene annullata la pianificazione di catalogazione delle aree edificabili, così ben delineata nel PRG, anche se non privo di palesi errori di valutazione, e le varianti urbanistiche ne sono la prova, e lascia ad una specie di trattativa “privata”, stipulata tra l’amministrazione e il proponente privato, senza nessun obbligo di rispetto di un piano organico omogeneo, equilibrato, di programmazione dello sviluppo urbanistico della città. L’amministrazione può o meno accettare la proposta con tutte le conseguenze economiche e produttive che  ne derivano Senza occuparsi preventivamente delle criticità ambientali, paesaggistiche, di viabilità, che ne sono conseguenza diretta"A.

"L’insediamento dell’ARCA di cui in delibera, incide proprio su un’area critica per la viabilità di una delle più importanti direttrici di traffico di Cesena; cioè il lotto 0 della secante lato Forlì, poiché l’area in questione si andrebbe ad inserire precisamente al limite del tracciato della secante, comprendendo metà della rotonda di via S Cristoforo che andrebbe modificata e adattata".

"Non è poco come impatto sulla viabilità futura della zona, che ricordo non è affatto attrezzata per insediamenti urbanistici di natura produttiva e come minimo un’analisi più approfondita per valutare soluzioni alternative, che non siano i soliti elenchi di aree di comodo non idonee, andrebbe fatta da parte del Settore governo del territorio Tra l’altro c’è già un parere tecnico favorevole che auspicava, se non privilegiava la costruzione di un fabbricato analogo in ampliamento a quello attuale di ARCA a Pievesestina, nell’area di ben altra consistenza per il tessuto urbanistico produttivo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento