Bufera sul consigliere leghista che insulta i partigiani, il Pd: "Parole inqualificabili"

"Non possiamo in alcun modo accettarle soprattutto perché arrivano da chi dovrebbe rappresentare le nostre istituzioni democratiche". Bufera su Lasaponara

 “Non possiamo tollerare in alcun modo le parole, scritte tramite un post Facebook poi successivamente cancellato, del Consigliere leghista di Forlì Francesco Lasaponara – affermano i consiglieri del Partito Democratico –. Non possiamo in alcun modo accettarle soprattutto perché arrivano da chi dovrebbe rappresentare le nostre istituzioni democratiche. Come gruppo condanniamo in modo fermo l’episodio e abbiamo aderito convintamente all’appello lanciato dall’Anpi forlivese, che ne chiede le immediate e irrevocabili dimissioni. Auspichiamo ora che tutti prendano le distanze da questo personaggio per rispetto della nostra storia, della nostra Costituzione e delle nostre istituzioni democratiche”.

E' la reazione del gruppo consiliare del Pd cesenate all'uscita a dir poco infelice di Francesco Lasaponara, consigliere comunale della Lega a Forlì.  Un post di scherno alla Resistenza, ai partigiani ed anche alle tante morti causate dal Coronavirus, condite da una serie di insulti ed ingiurie.“Si tratta di parole gravissime e di uno squallore incredibile che denigrano chi ha lottato ed è morto per la nostra libertà, dei nostri figli e dei nostri nipoti – concludono –. Il 25 aprile è, e sempre sarà, il nostro “presente”, è la nostra Resistenza che si rinnova, è la sfida che continua per la difesa della democrazia e contro ogni forma di fascismo”.

"Le parole discriminanti, denigratorie ed accusatorie che il Consigliere comunale Lasaponara, rivolge a chi ha lottato per la libertà dei nostri territori e dell'intero Paese, sono inqualificabili", attacca Cesena 2024, che "accusa con fermezza le parole del consigliere e auspica di riscontrare una doverosa presa di distanza da parte della delegazione Cesenate dello stesso partito".

"Ci sono valori che rappresentano punti di riferimento ineludibili per il nostro ordinamento democratico e che, oggi come ieri, devono essere considerati principi cardinali della nostra comunità - commentano dalla lista civica "Cambiamo" -. Come i valori che, ormai da 75 anni, si celebrano il 25 aprile, Festa della Liberazione contro l'oppressione nazi-fascista. Per questo, le frasi pubblicate sulla sua pagina facebook dal consigliere comunale della Lega di Forlì sono gravissime ed ingiustificabili. Prendendo le distanze in maniera perentoria da queste dichiarazioni aberranti ed irresponsabili, come Lista Civica Cambiamo riteniamo inaccettabile che un membro delle istituzioni si permetta di sbeffeggiare i valori della Resistenza, calpestando i sacrifici di migliaia di italiani nel percorso di liberazione della nostra Repubblica. Dunque, sia la richiesta di dimissioni formulata tempestivamente dal sindaco di Zattini, sia le dimissioni annunciate dallo stesso consigliere della Lega, rappresentano "atti dovuti" che, alla vigilia della Festa della Liberazione, ci devono indurre a riflettere in maniera ancora più profonda sul senso più autentico di queste celebrazioni. I valori di libertà e democrazia non sono esclusiva di nessuno e pertanto vanno condivisi e difesi in primis da chi rappresenta, ad ogni titolo, le istituzioni. E questo principio va ben oltre le doverose celebrazioni del 25 aprile, che rappresentano un doveroso omaggio per gli eroi della Resistenza ed un severo monito per chi, 75 anni dopo, continua ignobilmente a calpestare la loro memoria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caso Lasaponara

Offese ai partigiani: "Cani" e "Si prendano il Coronavirus"
Anpi e sindacati: "Disonora la divisa e il Consiglio"
Il sindaco: "Il consigliere si dimetta e si scusi con i forlivesi"
La Lega: "Frasi senza senso, prenderemo provvedimenti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Dopo l'influencer al Grande Fratello Vip una cesenate a Uomini e Donne: "Voglio conquistare il tronista"

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Alle passerelle milanesi preferisce le campagne cesenati, l'idea dello stilista locale

  • Gira nel supermercato senza mascherina, ripetuti e vani gli inviti degli agenti: multa salata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento