Politica

I due consiglieri di quartiere: "Un’ampia area dell’Oltre Savio risulta scollegata dal centro"

"Ad oggi, per esempio, un’ampia area dell’Oltre Savio risulta scollegata dal centro cittadino, nonostante le ripetute sollecitazioni di aumentare le corse da parte di residenti"

“Pums, ovvero piano urbanistico della mobilità sostenibile, Pug, ovvero piano urbanistico di Cesena e Montiano. Siamo partiti così con due incontri tenutisi il 12 e 17 novembre con i presidenti e i consiglieri di Quartiere. Una partenza con il piede sbagliato. Ci hanno chiesto di ‘essere visionari’, di ‘immaginare Cesena nel 2030’. Una cosa da non credere. Dal punto di vista amministrativo il 2030 è domani, ragion per cui la programmazione della mobilità sostenibile dovrebbe essere già cosa fatta. Essere ‘visionari’, al contrario, presupporrebbe, a nostro avviso, immaginare lo sviluppo della mobilità al 2050. Ma tant’è”. Lo affermano in una nota i due consiglieri del gruppo ‘Insieme’ del Quartiere Oltre Savio, Simonetta Gini e Matteo Evangelisti.

“Concordiamo certamente con un incremento del Tpl che connetta la città e i quartieri periferici. Ad oggi, per esempio, un’ampia area dell’Oltre Savio risulta scollegata dal centro cittadino, nonostante le ripetute sollecitazioni di aumentare le corse da parte di residenti. E qui si scontra la realtà con il progetto della ‘Cesena green’ enfatizzato dall’assessore Francesca Lucchi che prevede un incremento sostanzioso di ciclabili e del servizio pubblico. Belle parole che non collimano con la risposta negativa alla richiesta di aumentare le corse di trasporto pubblico a Tipano, che al pomeriggio non è raggiunta da alcun mezzo. Siamo alle solite. L’amministrazione comunale viaggia alto con progetti ambiziosi, ma non vuole o non sa risolvere una piccola richiesta concreta e attuale.  C’è, infatti, anche la questione biciclette. L’amministrazione cesenate vanta una novantina di km di piste ciclabili. Peccato che questa rete sia, nei fatti, in gran parte una sorta di colabrodo, non solo perché alcune piste ciclabili finiscono nel nulla e non sono collegate fra loro, ma anche perché è mancata una progettazione coordinata al servizio di TPL adeguato alle esigenze di tutto il tessuto urbano e non solo del centro. Provare per credere: usare la bicicletta per arrivare nel centro cittadino da Settecrociari o da Tipano è un’impresa. E poi non sempre e non tutti possono utilizzare la bicicletta”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I due consiglieri di quartiere: "Un’ampia area dell’Oltre Savio risulta scollegata dal centro"

CesenaToday è in caricamento