Politica

Giorno del Ricordo, Lega: "Le atrocità commesse devono rimanere impresse nella memoria"

Spiace che l’amministrazione comunale sempre così sensibile alla necessità della memoria storica non si sia attivata, almeno a quanto è dato di conoscere, per organizzare iniziative a testimonianza del dramma delle foibe"

“Ricordiamo con grande sgomento le atrocità commesse ai danni di migliaia di italiani perpetrate da truppe ‘titine’ e dai ‘partigiani’ comunisti jugoslavi dopo l’immediato dopoguerra. Se la memoria è indispensabile come monito per le future generazioni, la tragedia accaduta nelle terre del confine orientale del Paese deve rimanere impressa nelle nostre coscienze". Così in una nota il Gruppo della Lega in Consiglio comunale.

"Con grande ritardo, purtroppo, il nostro Paese è stato in grado di riconoscere l’orrore di queste stragi e di squarciare il velo di ostinato oblio con cui si era cercato di nascondere la tragedia delle foibe. Solo nel 2004, infatti, è stato istituito il Giorno del ricordo come solennità civile nazionale: per lunghi anni, infatti, ragioni di carattere politico e ideologico hanno oscurato e tentato di cancellare questi dolorosissimi eventi. Crediamo che sia indispensabile una rivisitazione di quegli eventi, studi e iniziative che aiutino a capire e a ricordare. Spiace che l’amministrazione comunale sempre così sensibile alla necessità della memoria storica non si sia attivata, almeno a quanto è dato di conoscere, per organizzare iniziative a testimonianza del dramma delle foibe”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del Ricordo, Lega: "Le atrocità commesse devono rimanere impresse nella memoria"

CesenaToday è in caricamento