rotate-mobile
Politica Cesenatico

Gesturist, continua la battaglia del M5S: integrazione all'esposto in procura

Maercoledì mattina il Movimento 5 Stelle di Cesenatico e il Consigliere regionale M5S dell'Emilia Romagna, Andrea Defranceschi, hanno presentato un'integrazione all'esposto sulla scissione Gesturist

Maercoledì mattina il Movimento 5 Stelle di Cesenatico e il Consigliere regionale M5S dell’Emilia Romagna, Andrea Defranceschi, hanno presentato un’integrazione all’esposto sulla scissione Gesturist, già depositato in Procura a Forlì nel gennaio 2012. “L’integrazione riguarda i contratti con gli Uffici di accoglienza e sponsorizzazione turistica (Iat), la convenzione come supporto alla gestione del Museo della Marinera, il bilancio in negativo (-1.700.000.000 euro) di Cesenatico Servizi in seguito ai crediti riscontrati e alla svalutazione della società La Vena, e infine il contratto con il bagno Marconi”, si legge in una nota.

 “La procedura di dismissione delle quote che il Comune di Cesenatico deteneva in Gesturist non è stata corretta – espone il Consigliere regionale Andrea Defranceschi - in quanto è stata abbandonata la dovuta evidenza pubblica. Gesturist spa ha attuato una serie di operazioni che l’hanno portata a dividersi in due società. La prima da cedere ai privati (good company), cui sono stati assegnati i beni immobili più pregiati e il cui passaggio di mano è stato indirizzato verso alcuni imprenditori designati. Come? Attraverso un diritto di prelazione introdotto per delibera a favore di quelli che già erano soci di minoranza in Gesturist. La seconda (bad company) destinata a esser posseduta al 100% dal Comune, a cui sono rimaste le briciole”.

“Tutte le criticità che hanno determinato e che potrebbero determinare – interviene il Consigliere Alberto Papperini - l’azzeramento del valore della Cesenatico Servizi SRL erano presenti al momento della scissione; il CDA di tale ultima società in carica sembrerebbe  operare   con una scansione temporale troppo conservativa; forse con l’intento  di non “traumatizzare e raccontare  subito   alla Comunità che con l’operazione di scissione della Gesturist Spa al patrimonio collettivo potrebbe mancare  una ricchezza  di oltre 7 milioni circa? Nella redazione del Bilancio della  Cesenatico Servizi al 31/12/2012 e 31/12/2013 sono stati applicati criteri di valutazione prudenziali, secondo la normativa vigente?”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gesturist, continua la battaglia del M5S: integrazione all'esposto in procura

CesenaToday è in caricamento