Gestione degli impianti sportivi comunali, le nuove linee guida

La predisposizione di queste nuove linee guida è scaturita al termine di un confronto, condotto in questi mesi, con le varie società sportive impegnate nella gestione degli impianti comunali.

 La Giunta comunale di Cesena ha approvato nella seduta di martedì 10 marzo, le nuove linee di indirizzo per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi di Quartiere, in vista dell’avvio delle procedure per il rinnovo delle 22  convenzioni (su un totale di 31) in scadenza il prossimo 30 giugno. Fra le strutture interessate, i centri sportivi di quartiere Bianconero, Pievesestina, Borello,San Giorgio, Villa Chiaviche, Ronta, Ponte Pietra, Pioppa, Ponte Abbadesse, San Carlo, Vigne, Diegaro, Vigne Iacp, Macerone, Bulgarnò, Budrio, Borgonuovo, Tipano e gli impianti per il baseball, il tiro con l’arco, il biliardo e l’automedellismo.
 
La predisposizione di queste nuove linee guida è scaturita al termine di un confronto, condotto in questi mesi, con le varie società sportive impegnate nella gestione degli impianti comunali. E nel testo approvato sono stati recepiti vari elementi indicati proprio dalle associazioni.
A riferirlo sono il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore allo Sport Christian Castorri con una lettera inviata, subito dopo la seduta di Giunta, a tutte le associazioni sportive interessate, per informarle degli aspetti principali che caratterizzano il testo approvato.
 
"Come sapete, le convenzioni relative alla gestione degli impianti sportivi sono in scadenza il prossimo 30 giugno. Nella seduta di stamane, la Giunta comunale ha approvato le linee di indirizzo per il nuovo affidamento: si tratta dell’atto necessario ad avviare la procedura per giungere all’affidamento della gestione di 22 impianti sportivi di Quartiere. L’importanza di questo passaggio è evidente a tutti noi: la possibilità di avere a diposizione impianti sportivi comodi, fruibili, all’altezza delle esigenze poste dai cittadini che si avvicinano alla pratica sportiva è la precondizione principale alla diffusione di quella cultura dello sport cui tutti noi dedichiamo particolare attenzione e che – grazie anche e soprattutto al lavoro quotidiano di tutti voi – hanno fatto ottenere a Cesena il titolo di “Città Europea dello Sport 2014”" dicono Lucchi e Castorri.

"Con questa consapevolezza abbiamo voluto avviare insieme a voi una fase di confronto, a nostro avviso necessario alla predisposizione delle linee di indirizzo approvate stamattina dalla Giunta. Un confronto finalizzato a creare le migliori condizioni affinché una corretta e virtuosa gestione degli impianti sportivi sia sempre più l’elemento su cui si fonda la cultura sportiva cittadina. Possiamo infatti quotidianamente riscontrare come questo territorio vanti una cultura sportiva particolarmente radicata, che annualmente porta circa 20.000 persone a frequentare i nostri impianti sportivi"

Nel testo sono quindi stati recepiti gli elementi principali che, nel corso degli incontri svolti, ci avete posto. In particolare, ci preme sottolinearne 4: ogni singola Associazione sportiva potrà partecipare alla gara anche per l’assegnazione della gestione di più impianti sportivi;  la durata delle concessioni è stata aumentata a nove anni, con la possibilità di rinnovo (fino ad un massimo di ulteriori sei anni) nel caso in cui l’Associazione affidataria sostiene investimenti sull’impianto per interventi di miglioria; fra i criteri di valutazione, è stato dato un peso particolare a precedenti esperienze in gestioni di impianti sportivi e al radicamento sul territorio delle Associazioni richiedenti;  sulla scia del percorso avviato nell’ambito di “Cesena Città Europea dello Sport”, volto ad attribuire sempre maggiore importanza ai principi di etica nell’ambito di attività di promozione sportiva, abbiamo ritenuto opportuno inserire criteri specifici di etica sportiva" proseguono sindaco e assessore.
 
"Si tratta, a nostro avviso, di elementi qualificanti per la gestione dei nostri impianti sportivi, capaci al tempo stesso di riconoscere il ruolo straordinario che, ogni giorno, le Associazioni sportive del territorio svolgono in questa città. Un ruolo, come detto, di grande rilevanza nel trasmettere a tutti i cesenati il significato più vero dello sport. Ed è esattamente questo ad aver permesso, in questi anni, la nascita del preziosissimo rapporto  di collaborazione che riteniamo essere uno degli elementi della città da custodire gelosamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento