Fusione San Mauro-Savignano, "operazione complessa"

La fusione dei Comuni di San Mauro e Savignano è un’operazione complessa e irta di ostacoli. Gli amministratori di questi comuni hanno dato un grande segnale a cui speriamo possano far seguire un piano attuativo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

La fusione dei Comuni di San Mauro e Savignano è un’operazione complessa e irta di ostacoli. Gli amministratori di questi comuni hanno dato un grande segnale a cui speriamo possano far seguire un piano attuativo efficace ed efficiente . Se il percorso tracciato sarà virtuoso, si trarranno benefici economici immediati senza compromettere la presenza delle istituzioni sul territorio, basti pensare ai risparmi sui costi di una intera giunta comunale che non esisterà più ed agli incentivi nazionali che porteranno negli anni milioni di euro nelle casse del nuovo Comune.

Per questo ci auguriamo che il Sindaco di Gatteo possa riconsiderare il rifiuto di aderire a questa iniziativa. In questo momento, non attivare l’iter burocratico per la fusione dei tre Comuni e continuare a perorare la causa dell’unione dei servizi è un grave errore che avvantaggia non i cittadini, ma i partiti che continuerebbero a spartirsi lo stesso numero di poltrone con la consueta voracità.

L’unione dei servizi allargata ad un comprensorio più vasto oggi appare come un progetto impossibile da realizzarsi in tempi brevi, soprattutto nel momento in cui San Mauro e Savignano inizieranno il processo di fusione. Sventolare proposte irrealizzabili spesso nasconde la precisa volontà di non voler cambiare nulla. D’altra parte aderendo alla fusione dei comuni, l’attuale giunta di Gatteo sarebbe costretta a dimettersi almeno 3 anni prima della scadenza del mandato.

 Il vero intento del Sindaco di Gatteo appare quindi quello di salvaguardare le poltrone della sua giunta: mantenere i propri privilegi a discapito del bene della collettività  è un vecchio vizio della mala-politica. Il Sindaco stia tranquillo. Non è questa la vicinanza delle istituzioni di cui il territorio sentirà la mancanza.

Un sondaggio su facebook non può e non deve sostituire un confronto diretto con le forze sociali, il tessuto economico ed anche i semplici cittadini. Se incontri pubblici simili a quelli che si terranno a San Mautro e Savignano non saranno organizzati anche a Gatteo, li proporremo noi di  Italia dei valori. Inviteremo tutte le forze politiche ed economiche che operano sul territorio, anche il sindaco e, se non verrà, lo sostituiremo la sua presenza con una effige di cartone:Signor Sindaco, quanto costa non aderire alla fusione dei Comuni?

Per cortesia, non affidi la risposta ad un “tweet” sul noto social network…

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento