menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza al Bufalini, la Lega: "Servono telecamere e più vigilantes"

I casi di furti e aggressioni ai danni di dipendenti e pazienti dell’ospedale cesenate finiscono in Regione per iniziativa del consigliere regionale leghista Massimiliano Pompignoli

All'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena "servono telecamere nei reparti e il potenziamento della vigilanza privata”. I casi di furti e aggressioni ai danni di dipendenti e pazienti dell’ospedale cesenate finiscono in Regione per iniziativa del consigliere regionale leghista Massimiliano Pompignoli, che parla di “allarmante sequenza di violenze e rapine” e invoca, in un’interrogazione alla giunta, “interventi immediati”, un “sollecito all’amministrazione comunale”, e “il potenziamento dei dispositivi di prevenzione e repressione del crimine, a tutela di personale e malati”.

Nell’interrogazione Pompignoli passa in rassegna la raffica di crimini riportata dalle cronache negli ultimi giorni: “Giovedì 24 settembre un’anestesista è stata aggredita e rapinata mentre raggiungeva la propria auto, finito il turno di lavoro; negli ultimi giorni un anziano e un infermiere sono finiti nel mirino dei malviventi, nei reparti non si contano più le segnalazioni di furti e aggressioni”.

“La situazione è sconcertante e inaccettabile - dice il consigliere del Carroccio -. Ciò che più indigna è l’indifferenza di sindaco e assessori di fronte a casi ripetuti di violenze e aggressioni, che stanno creando grave allarme tra personale e malati”. “Servono risposte incisive e politiche per la protezione dei pazienti e degli operatori, la prevenzione del crimine e la repressione, severissima, dei responsabili di violenze e rapine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento