Foschi lancia la sua ricetta per Savignano: "Più sicurezza e più appeal turistico"

Il candidato sindaco di "Savignano Oltre" è appoggiato da Lega e Forza Italia. "Valorizziamo il nostro patrimonio storico-culturale"

Marco Foschi, 62 anni è il candidato sindaco di Savignano per la lista civica "Savignano Oltre" , nata nel 2013 in occasione delle elezioni comunali, e riceve l'appoggio di tutto il centrodestra unito. 

La candidatura di Foschi è stata lanciata nella nuova sede della lista civica alla presenza di  Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Romagna, e Sottosegretario alla Giustizia, del coordinatore provincialele di Forza Italia Luca Bartolini e del segretario provinciale del Carroccio Andrea Cintorino. 

Foschi che gestisce un'attività nel centro storico della città, illustra la sua ricetta per Savignano. "Non vogliamo fare tanti proclami o progetti ma seguire delle linee guida ben precise. Come prima cosa mi impegnerò con tutte le mie forze per valorizzare il nostro straordinario patrimonio storico-culturale". "Rubicone, Museo del Compito, le antiche ville del Rubicone - prosegue Foschi - e tante altre nostre bellezze saranno al centro del progetto e faranno da trampolino di lancio per promuovere le eccellenze artigianali del territorio". 
L'obiettivo è aumentare l'appeal turistico del territorio, ma precisa il candidato di "Savignano Oltre", "la precondizione è ridare sicurezza ai cittadini, i cittadini devono poter tornare a girare sicuri nella propria città, senza questo come possiamo chiedere di venire ai turisti". La sicurezza sarà presumibilmente uno dei punti su cui si giocherà la campagna elettorale. Savignano in questi giorni è al centro delle cronache per episodi di criminalità. che stanno preoccupando non poco i cittadini.

A fare da spalla a Foschi, in veste di vicesindaco, sarà l’attuale segretario cittadino della Lega savignanese, Veniero Pasolini, uomo di punta nella valle del Rubicone del Movimento di Salvini.
 Morrone, in tandem con il segretario provinciale Cintorino, ha rivendicato con forza la scelta di dare “piena fiducia al consigliere Foschi che in questi cinque anni si è dimostrato all’altezza dell’incarico conferitogli dai suoi cittadini e che si appresta a guidare una squadra di governo ‘rivoluzionaria’, capace per la prima volta di mandare a casa la sinistra e il partito democratico anche in questo Comune.” 
“Non posso che essere orgoglioso ed entusiasta dell’opportunità concessami con l’investitura di Foschi” – commenta il leghista Pasolini – “il nostro Movimento è compatto con la sua candidatura e lavorerà con Forza Italia per vincere le prossime elezioni. Credo che i nostri cittadini abbiano il diritto di essere amministrativi responsabilmente e con spirito di sacrificio. In questi anni abbiamo assistito a un graduale decadimento del nostro territorio e a un pericoloso disinteresse della Giunta Giovannini rispetto a priorità quali l’emergenza sicurezza e il rilancio dell’imprenditoria locale. Il progetto su cui stiamo lavorando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento