Politica

Forza Nuova "perde" la Romagna, dirigenti e militanti lasciano in blocco il partito

"Comunichiamo la decisione unanime di tutti i dirigenti romagnoli, di tutte le federazioni provinciali, di tutte le sezioni locali del territorio e di tutti i militanti, di abbandonare la struttura politica guidata da Roberto Fiore"

Forza Nuova “perde” tutta la Romagna. In una nota sottoscritta dalle sezioni del partito di estrema destra di Ravenna, Faenza, Forlì, Cesena, Rimini, Valmarecchia e Valconca viene spiegato l'uscita in blocco di tutti i dirigenti e i militanti romagnoli dalla compagine politica nazionale.

Spiega la nota: “Forza Nuova può vantare sul territorio romagnolo una lunga storia fatta di sacrifici, spirito di abnegazione e fedeltà alla dottrina forzanovista. Sin dalla nascita della prima sezione a Faenza nel lontano 1997 per oltre 20 anni siamo stati protagonisti sulla scena politica locale".

Prosegue la nota: “Tuttavia oggi, comunichiamo la decisione unanime di tutti i dirigenti romagnoli, di tutte le federazioni provinciali, di tutte le sezioni locali del territorio e di tutti i militanti, di abbandonare la struttura politica guidata da Roberto Fiore. L'incoerenza e l'inaffidabilità della segreteria nazionale, nonchè una linea generale divenuta oramai antitetica allo stile ordinato e disciplinato che ci ha sempre contraddistinto nelle nostre iniziative, fanno sì che l'attuale Forza Nuova non abbia più gli attributi necessari a condurre il popolo verso una vera lotta di opposizione al sistema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Nuova "perde" la Romagna, dirigenti e militanti lasciano in blocco il partito

CesenaToday è in caricamento