Forum di Popolari per Cesena: "La nostra ricetta per un turismo di successo"

Il primo Forum Programmatico organizzato dai Popolari per Cesena è stato incentrato sul Turismo nella nostra città e nel nostro territorio

Martedì scorso e si è svolto il primo Forum Programmatico organizzato dai Popolari per Cesena: è iniziato così il percorso che porterà ad approfondire dieci temi, successivamente si elaboreranno scelte concrete che costituiranno una proposta di programma elettorale per le amministrative del 2019. Il primo Forum è stato incentrato sul Turismo nella nostra città e nel nostro territorio. "Convinti che il turismo possa essere una risorsa per il nostro territorio, si sono messe al centro del Forum alcune domande: può il turismo essere una chiave di sviluppo e reddito per la città? Ci sono le condizioni per uno sviluppo turistico del territorio? Quale modello turistico adottare? Come implementare a Cesena un modello turistico efficiente, integrato e rispettoso della città?".

Al Forum sono state coinvolte le istituzioni comunali, era presente l’assessore Christian Castorri, rappresentanti delle associazioni di categoria e anche alcune rappresentanze sindacali che si occupano del settore,con le quali si è iniziato un percorso di studio e approfondimento. Con il coordinamento di Emanuele Rubinetti, della segretaria politica dei Popolari, si sono aperti i lavori del Forum con la presentazione di slide che hanno, attraverso dati elaborati e strutturati sul turismo nazionale e locale, offerto spunti di riflessione e avviato la discussione. L’assessore Castorri nel suo intervento ha raccolto le sollecitazioni, portando la sua esperienza su quanto è stato fatto e si sta facendo nel versante amministrativo, inquadrando anche dal punto legislativo l’argomento.

"Il Piano Strategico di Sviluppo Turismo a livello nazionale e la nuova legge sull’Ordinamento Turistico Regionale hanno messo in campo nuovi strumenti di intervento - spiegano Gilberto Zoffoli, Coordinatore Politico ed Eugenio Fantozzi, Responsabile Area Istituzioni e Partecipazione - Il nostro territorio sicuramente ha una ricchezza di risorse turistiche non indifferente. Ha un patrimonio storico-artistico notevole: quel gioiello che è la Biblioteca Malatestiana, la stupenda Fontana del Masini, la Rocca, la millenaria Basilica del Monte, fra poco si spera, anche una Pinacoteca di valore nazionale, e tanti altri spazi e luoghi. Una tradizione enogastronomica di pregio e con basi millenarie che può essere riproposta con creatività. Un territorio e un paesaggio ameno ed accogliente che se ben proposto e organizzato può realmente diventare una Wellness Valley. Ma tutto questo non basta: per una proposta turistica efficace e appetibile bisogna realmente crederci come città intera. La politica ci deve investire. Dobbiamo individuare il target, o i target, turistici a cui vogliamo puntare e creare un modello turistico adeguato per generare un ‘prodotto’ da offrire che sia credibile, innovativo, ma con un preciso riferimento identitario. Creare, incentivare e sostenere i servizi correlati che saranno necessari, comprese le strutture ricettive. Pensare a una promozione turistica adeguata ai tempi e moderna. Serve creare una sinergia fra pubblico e privato chiedendo ad ognuno di fare la sua parte. Il compito della politica è quello di proporre le idee giuste e saper coinvolgere il privato in un cammino condiviso. Saper creare e sostenere i servizi indispensabili e necessari. Il privato d’altro canto deve crederci e saper investire con creatività, ma all’interno di un modello coordinato e sinergico. Tutto questo risulterebbe insufficiente se non ci si integrasse in una visione più vasta del territorio. È il tema del brand Romagna che va costruito insieme: in questo caso lo strumento Destinazione Romagna, creato dalla legge regionale, può diventare indispensabile se saremo in grado di fare proposte credibili e sostenibili. Dentro a questa progettazione ci sono la creazione di eventi (come la Notte Rosa anche a Cesena) che sappiano richiamare e attrarre da fuori, ma anche le realtà imprenditoriali enogastronomiche e commerciali che devono stabilizzarsi e trovare uno spazio di conferma del loro ruolo attrattivo in un sistema turistiche che deve essere sicuramente integrato e avanzato. Il turismo è una risorsa sicuramente economica, ma riteniamo che abbia anche una ricaduta significativa per il miglioramento del benessere dell’intera città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento