rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Politica

Foro Annonario, Cesena Siamo Noi: "C'è stato un epilogo sconfortante, ma che non ci sorprende"

Secondo Csn "un’operazione disastrosa dal punto divista architettonico che ha trasformato un luogo assai caratterizzato nel cuore della città in uno dei tanti centri commerciali anonimi che sorgono ovunque"

Il gruppo consiliare Cesena Siamo Noi interviene sul tema caldo, quello del destino dell’ex Foro Annonario di Cesena: "Le notizie diffuse sono conseguenza di una serie di politiche e progetti sbagliati  portati avanti in questi anni, da quando la giunta guidata dal sindaco Lucchi decise di cancellare la memoria del Foro Annonario di Cesena trasformandolo in un anonimo centro commerciale, massima espressione culturale e urbanistica prodotta della classe dirigente del PD. Ricordiamo le parole dell’allora Sindaco “sono certo e pronto a scommettere, sapendo di vincere, che questo nuovo foro annonario sarà un vero polo magnetico, non solo per i cesenati. Creeremo nei fatti il centro commerciale naturale più importante della Romagna”.

Secondo Csn: "Da un luogo che forse non era “bello” nel senso classico del termine, ma aveva una precisa identità architettonica ed era capace di contenere la vita della città, attraverso un’operazione immobiliare a regia pubblica attuata con lo strumento del project financing, si sono rivelate le difficoltà dell’Amministrazione nel bilanciare adeguatamente interesse pubblico e privato. Il risultato è stato infatti di suddividere lo spazio in ben 3 livelli rendendolo asettico e anestetizzando qualsiasi possibile forma di vita al suo interno. Un’operazione disastrosa dal punto divista architettonico che ha trasformato un luogo assai caratterizzato nel cuore della città in uno dei tanti centri commerciali anonimi che sorgono ovunque, portandovi perdipiù un parcheggio nell’area più centrale e più antica e ricca di storia di Cesena. Un’evidente contraddizione rispetto alle tanto decantate politiche di pedonalizzazione del centro storico. Tutte queste trasformazioni sono avvenute sotto il silenzio della maggioranza a guida PD e Cesena 2024 che in questi anni non hanno espresso nessun pensiero sul fallimento del Mercato coperto e che anzi trovano del tutto normale il riappropriarsi di questo spazio per farne una estensione degli uffici comunali, e l’ampliamento di aree a favore di un supermercato alimentare, in deroga a quanto previsto per il resto del centro, creando di fatto i presupposti per il suo ingrandimento. Si è passati dal commercio di produttori locali alla vendita di prodotti della grande distribuzione: nasce forte il dubbio che questo progetto era, fin da principio, nei propositi della precedente Giunta e che sia appoggiato anche dall’attuale".

Prosegue ancora Cesena Siamo Noi: "Durante l’ultimo consiglio comunale CSN ha espresso preoccupazione per la qualità dei progetti che saranno realizzati a Cesena attraverso il PNRR condizionata da tempi di realizzazione molto stringenti e dalla impossibilità di poter riflettere sulle soluzioni più adeguate. Le nostre perplessità per il futuro sono ben radicate nel passato come mostra la vicenda del foro annonario, della quale sarebbe importante ricostruire gli aspetti economici, per capire se oltre al danno per la perdita identitaria di un luogo caro ai cesenati, ci sia anche la beffa per le tasche dei cittadini di Cesena. Nel dibattito su questa vicenda si è sostenuto che i cesenati non hanno apprezzato il progetto di trasformazione del Foro Annonario perché non sono aperti alle innovazioni, ma forse è il caso di sottolineare che non tutte le cose nuove sono necessariamente innovative, e che quando si tratta di spazio pubblico occorre avere molta attenzione per la qualità architettonica ma anche per l’equilibrio delle funzioni e la rispondenza alle consuetudini e alle tradizioni della vita civile. Il covid-19 ha causato sicuramente una grande cesura nell’uso di questo spazio, ma la ripresa dopo la pandemia ci sta mostrando quanto le persone siano desiderose e abbiano bisogno di tornare ad incontrarsi nello spazio pubblico. Evidentemente questo non vale per tutti gli spazi e il foro annonario è destinato a morire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foro Annonario, Cesena Siamo Noi: "C'è stato un epilogo sconfortante, ma che non ci sorprende"

CesenaToday è in caricamento