menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fontana Masini imbrattata, Sirotti Gaudenzi (FI): "Serve più tutela per il nostro patrimonio artistico e culturale"

"E' necessario adottare degli strumenti che consentano di salvaguardare il patrimonio storico ed artistico della nostra città", afferma l'esponente azzurro

L'esponente di Forza Italia, Enrico Sirotti Gaudenzi, chiede "maggiore tutela per il patrimonio storico e culturale" cesenate dopo l'imbrattamento nei giorni scorsi della fontana Masini. "E' arrivata ai giorni nostri dal lontano 1591 e, se facessimo un passo indietro di qualche decina di anni, certamente si potrebbe appurare come la pietra d'Istria ed i marmi colorati utilizzati per la costruzione della nostra importante opera si trovassero in uno stato nettamente migliore a quello attuale, nonostante l'importante restauro avvenuto nel 2010 - esordisce l'esponente berlusconiano -. Il tempo, gli agenti atmosferici e, voglio aggiungere, il modificarsi dei costumi e del rispetto per il patrimonio di tutti hanno contribuito certamente ad evidenziare i segni del tempo sul nostro prezioso monumento".

"Oggi, purtroppo, sono numerosi gli atti che, dolosamente o colposamente, causano scalfitture, danni, e sgretolamento alla struttura di questa opera: si lesse sui quotidiani come questa fu utilizzata per un party tra giovani ragazzi; successivamente fu utilizzata come palco per il servizio fotografico in occasione di un matrimonio; fu, poi, utile ad un ambulante per fissare il proprio tendone e, recentemente, è stata imbrattata durante una festa di laurea. Come sarà la nostra Fontana fra 50 anni se consentiremo il ripetersi di episodi simili? - si chiede -. Ritengo che sia necessario adottare degli strumenti che consentano di salvaguardare il patrimonio storico ed artistico della nostra città alla luce della crescente mancanza di rispetto per le cose altrui e, soprattutto, per quelle della collettività".

"Dopo la realizzazione di parcheggi "silos" che hanno evidenziato lo scarso interesse per i "mosaici" strappati dalla loro originaria collocazione, dopo la realizzazione di opere e di pavimentazioni che nulla hanno a che fare con lo stile architettonico del cuore della nostra città sarebbe il caso, ora, che l'amministrazione comunale si adoperasse per realizzare una "protezione" che permettesse di ammirare la nostra Fontana non consentendone un immediato e diretto contatto - conclude Sirotti Gaudenzi -. Ritengo doveroso, infatti, tutelare per l'interesse di tutta la collettività il nostro patrimonio artistico e mi preme evidenziare come, ai giorni nostri, purtroppo, l'installazione di telecamere non risulti - spesso e volentieri - un valido deterrente: è sempre meglio prevenire che curare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento