menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondi per piazza della Libertà, Di Maio (Pd): "Mai stato coinvolto su questa e altre vicende"

Tra i destinatari della lettera di Lucchi spicca l'assenza, tuttavia, di quelli del Partito Democratico

L'appello del sindaco Paolo Lucchi per i fondi mancanti relativi all'intervento di piazza della Libertà, circa 1,5 milioni di euro,  non è stato accolto da alcuni dei deputati romagnoli a cui Lucchi stesso ha scritto per chiedere un impegno per la definitiva copertura dell'opera pubblica già realizzata. Il costo della nuova piazza, di circa 3 milioni di euro, avrebbe dovuto vedere un finanziamento di 1,5 milioni di euro dalla Regione, come trasferimento delle risorse Fas (Fondo aree sottoutilizzate), che però poi è stato dirottato da Bologna verso le aree terremotate dell’Emilia. In seguito,  la nostra Regione, insieme ad altre, ha cercato di recuperare questi fondi chiedendo al Governo la possibilità di assegnare risorse nel nuovo ciclo di programmazione Fsc 2014-2020 per l’immediato finanziamento e la realizzazione di alcune opere di particolare interesse regionale (fra cui anche piazza della Libertà).

La risposta, dunque, deve arrivare da Roma e visto il nuovo Governo guidato da Giuseppe Conte è pienamente operativo, il Comune di Cesena ha chiesto di attivarsi in tal senso, inviando al senatore Antonio Barboni e ai deputati Carlo Ugo De Girolamo, Jacopo Morrone e Simona Vietina, raccogliendo però sostanziali rifiuti. Barboni e Vietina, entrambi di Forza Italia, sono stati eletti direttamente nel collegio uninominale di Cesena, mentre Morrone (Lega) e De Girolamo (M5S) sono stati eletti nel collegio plurinominale 'Romagna'. Spicca l'assenza, tuttavia, di altri parlamentari locali eletti anche loro coi voti dei cesenati, come per esempio Giulia Sarti (M5S) e Croatti (M5S), ma mancano in particolare quelli del Pd, anch'essi eletti in Romagna, come l'ex ministro Dario Franceschini, che prima delle elezioni è stato più volte a Cesena per il progetto della pinacoteca, o Daniele Manca, imolese e senatore eletto in Romagna nel plurinominale per il Senato.

In provincia il Pd conta anche sul forlivese Marco di Maio, che – a favore del territorio cesenate – solo martedì scorso ha presentato un'interrogazione parlamentare sui problemi di personale nel comune di Bagno di Romagna e negli altri piccoli Comuni. Interpellato da CesenaToday, Di Maio conferma di non aver ricevuto la richiesta del sindaco Paolo Lucchi di impegnarsi per i fondi di piazza della Libertà: ““Non sono stato interpellato da nessuno per questa vicenda e nemmeno per altre, ma non è obbligato a farlo. È vero che lo fanno molti sindaci romagnoli, anche di centrodestra e civici, da San Leo a Castel Bolognese, insomma da tutta la Romagna; ma non è mai stata prassi che il Comune di Cesena mi interpelli per questioni amministrative”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento