Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Fideiussione parcheggio nell'area Santa Monica, M5S: "L'amministrazione comunale mente"

Per protesta il Movimento non presenterà nessuna interpellanza al prossimo Consiglio comunale

Al prossimo Consiglio comunale del 27/11/2018 il Movimento 5 stelle di Cesenatico non presenterà nessuna interpellanza come protesta verso l’operato del sindaco Matteo Gozzoli. "Nel Consiglio comunale del 24 ottobre - spiegano Ceccaroni e Fattori del M5S - con l’interpellanza presentata dal Movimento inerente all’area Santa Monica e la cancellazione di oltre 1000 mq di parcheggi ad uso pubblico, si chiedeva se nell'attivazione della progettazione del piano unitario che ha dato corso ai lavori, oggi sospesi e visibili sul lungomare, era previsto il parcheggio ad uso pubblico e se la realizzazione era garantita da apposita fidejussione".

"La risposta scritta del Sindaco - proseguono - è stata la seguente: "Ai fini del rilascio del P.C. n. 195/2005 era stata richiesta “fidejussione a garanzia di realizzazione parcheggi” per un importo pari a 44.991,98 euro: all’interno della pratica non si rileva tuttavia tale fidejussione”.
"In seguito ad accesso agli atti riguardante il permesso succitato - dettagliano i consiglieri del Movimento -  contrariamente a quanto dichiarato risulta invece da documento di UniCredit una Fidejussione Bancaria nr. 17144202P di euro 44.991,98 a garanzia di realizzazione parcheggi come da atto unilaterale d’obbligo concessa alla SOC. SANTAMONICA DI M. ZANIGNI E C. SAS, ai tempi concessionaria del permesso. Ma non basta, con altro atto fidejussorio di subentro nr. 2507/2018, Romagna Banca concede la garanzia alla società BELVIVERE SRL nel frattempo subentrata come proprietà, dove si specifica che è previsto atto unilaterale d’obbligo, con il quale si impegna a realizzare, a propria cura e spese, lo standard di parcheggio pubblico; che a garanzia di tale impegno viene richiesta fidejussione bancaria […] per un importo pari ad Euro 44.991,98”.

"A questo punto la domanda sorge spontanea: come mai ad una richiesta, pubblica ed ufficiale, è stato risposto con una evidente bugia? Perché rispondere falsamente scatenando leciti dubbi ed interrogativi sull'operato dell'Amministrazione? Di certo c’è che le bugie hanno le gambe corte e dichiarare un potenziale falso in un atto pubblico potrebbe essere molto insidioso per la credibilità di un’Amministrazione che si rispetti. Dopo le fidejussioni non riscosse e quelle scadute - concludono Ceccaroni e Fattori - oggi scopriamo che per l’Amministrazione Pd esistono anche le fidejussioni da tenere nascoste".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fideiussione parcheggio nell'area Santa Monica, M5S: "L'amministrazione comunale mente"

CesenaToday è in caricamento