Domenica, 21 Luglio 2024
Politica Cesenatico / Viale Giosuè Carducci, 225

La Cisl Romagna fa festa a Cesenatico con il segretario generale Raffaele Bonanni

La festa prosegue sabato alle 19 con i balli country western dei Wild Angels Romagna, e alle 21 con l’Orchestra Luana Babini. Stand gastronomici dalle 19.30, spazio bimbi e stand delle associazioni promosse dalla Cisl

Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, partecipa alla festa della Cisl Romagna in programma venerdì e sabato a Cesenatico nella sede Ial (viale Carducci, 225). Bonanni sarà intervistato venerdì alle 17 da Giovanni Morandi, direttore responsabile di Quotidiano Nazionale e Resto del Carlino, sui temi dell’attualità politica ed economica del nostro paese, con particolare attenzione alle  riforme del sistema proposte dal Governo e all’iniziativa unitaria del sindacato su Fisco e Previdenza. A seguire, concerto del gruppo Margò 80.
 
La festa prosegue sabato alle 19 con i balli country western dei Wild Angels Romagna, e alle 21 con l’Orchestra Luana Babini. Stand gastronomici dalle 19.30, spazio bimbi e stand delle associazioni promosse dalla Cisl. La festa della Cisl Romagna arriva dopo un anno dall’accorpamento delle sedi sindacali provinciali di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, che il 20 marzo 2013 si sono unite per formare la Cisl Romagna.

Una decisione storica che ha messo insieme tre territori contigui, con oltre un milione e centomila abitanti, nella convinzione che la Romagna sia «un sistema policentrico, di reti di città di medie dimensioni – dice Massimo Fossati, segretario generale della Cisl Romagna –. Un sistema che potremmo definire “diversamente metropolitano”, raffrontabile con sistemi urbani europei di simile taglia. Tuttavia, a un tessuto diffuso di medie città, corrisponde in Romagna anche una struttura diffusa dell’economia che ha contribuito, almeno fino alla crisi, a generare valore e ricchezza, ma che resta indietro rispetto alla competitività degli altri territori della regione. Per questo la Cisl ha lanciato l’idea di lavorare insieme a un progetto di rafforzamento del sistema territoriale romagnolo proponendo di costruire in modo condiviso una agenda di priorità in area vasta».

A distanza di un anno da questa storica decisione, «Siamo convinti che la scelta fatta dal nostro sindacato sia una scelta positiva – prosegue Fossati –. Il lavoro da fare è ancora lungo, e il nostro impegno va affrontato su almeno due direttrici: l’uso efficiente del sistema di risorse, dotazioni, infrastrutture e relazioni a favore dei cittadini e delle imprese per rendere ancora più integrato il territorio in ambito regionale ed europeo; e, dall’altra parte, il sostegno al sistema economico deve avvenire in una logica di competitività internazionale». La festa è aperta a tutti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cisl Romagna fa festa a Cesenatico con il segretario generale Raffaele Bonanni
CesenaToday è in caricamento