Farneti (Lega): "Necessario superare il digital divide nelle zone montane"

"C'è un gap infrastrutturale di vaste aree delle nostre vallate", spiega Ombretta Farneti

“Non si può essere, ovviamente, contrari all’innovazione in economia, ma nell’attuale congiuntura, che si tradurrà in perdita di posti di lavoro e nella chiusura di decine di piccole aziende in collina e in montagna, serve ben altro. Nei giorni scorsi, la consigliera del PD, Lia Montalti, in un comunicato, ha enfatizzato le risorse regionali indirizzate all’innovazione tecnologica. Oggi, tuttavia, questo è fuori dalla realtà e non basta. La montagna ha bisogno che le promesse fatte in campagna elettorale da Montalti si traducano in fatti concreti”. Ombretta Farneti, esponente della Lega, commenta un comunicato rilasciato dalla consigliera del PD nei giorni scorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Montalti enfatizza anche la didattica a distanza e i 5 milioni che la Regione ha promesso per l’acquisto di dispositivi tecnologici a questo scopo. Anche in questo caso, la consigliera dimentica il gap infrastrutturale di vaste aree delle nostre vallate, nonostante i ripetuti annunci della Regione che assicura da anni iniziative per superare il digital divide nelle zone montane. Sulla didattica a distanza, mi sento poi di smorzare l’entusiasmo di Montalti. L’auspicio è che sia superata al più presto. Il rapporto diretto fra studenti e professori e fra studenti e studenti appare, infatti, fondamentale per l’apprendimento e la crescita personale e sociale dei giovani e giovanissimi, anche per evitare quella dipendenza dagli strumenti tecnologici che, come emerge da una vasta letteratura scientifica, rischia di limitare gli stimoli intellettuali, la creatività e la capacità di comunicare. Questo non significa puntare a un regresso tecnologico, ma tutelare la società dal pericolo di trasformare la tecnologia in un totem".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento