Cesenatico, rotonda di viale Trento: "Un epilogo incomprensibile "

Non comprendiamo assolutamente né le motivazioni tecniche né le ragioni politiche che hanno spinto la Giunta a proseguire a testa bassa su un progetto sostanzialmente inutile se non controproducente.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Nel settembre 2011 avevamo pubblicamente chiesto all'amministrazione
comunale di riqualificare il giardinetto delimitato da viale Trento, via
Ricci e via Travisani tramite un intervento ad hoc. Tale aspetto degli
attuali "lavori in corso" rappresenta l'unica azione che approviamo in seno
alle opere relative al completamento della cosiddetta "rotatoria" di viale
Trento anche se l'aumento del traffico attorno a tale area verde,
trasformata ora nella parte centrale della pseudo-rotonda, non ne migliorerà
certamente la fruibilità e l'appetibilità.
Detto questo non comprendiamo assolutamente né le motivazioni tecniche né le
ragioni politiche che hanno spinto la Giunta a proseguire a testa bassa su
un progetto sostanzialmente inutile dato che da un lato non risolve le
problematiche legate alla viabilità e alla sicurezza della zona e dall'altro
sia i cittadini che le associazioni di categoria hanno da tempo espresso in
merito il loro più completo dissenso.
In realtà, volendo semplicemente seguire semplici regole legate alla mera
ricerca del consenso, sarebbe bastato rivolgere la propria attenzione alle
traverse di viale Trento come, ad esempio, via Manzoni la quale, tra
l'intersezione con viale Venezia e viale Torino, è costellata, a causa delle
radici dei pini, da numerosi avvallamenti che andrebbero accomodati
attraverso opportuni interventi stradali.
Invece l'amministrazione comunale ha inspiegabilmente ripiegato su un
intervento di cui nessuno, eccetto forse la sola Giunta, sente la benché
minima necessità e che, al contrario, rischia non solo di aggravare le
problematiche già in essere ma di aumentare considerevolmente il malumore
dei cittadini i quali, fra l'altro, pur essendo i reali contributori,
tramite le tasse versate al Comune, dei lavori per la realizzazione della
"pseudo-rotonda" di viale Trento, si sono sentiti completamente ignorati
dalla Giunta anche a fronte di fior di petizioni che hanno raccolto
centinaia di firme contro l'attuale progetto.
Preso pertanto atto di un comportamento che, oltre che incomprensibile,
potremmo definire "anti-elettorale", temiamo infine che il prossimo
obiettivo della Giunta sia rivolto alla prosecuzione dell'ancor più
contestato progetto "albericida" di viale Torino.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento