Famiglini (pli): "I liberali protagonisti per un vero cambiamento di rotta"

Come liberali e come cittadini siamo stanchi di vedere la nostra città preda di faccendieri e speculatori che cannibalizzano il nostro territorio e le nostre risorse a danno dell'interesse collettivo.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Giovedi scorso si è consumato lo strappo definitivo tra il Partito
Repubblicano Italiano e la maggioranza, ora composta da PdL, Lega Nord ed
UdC. Eravamo presenti al Consiglio comunale nel corso del quale si è sancita
la rottura definitiva in seno alla coalizione di centro-destra e la rissa
verbale a cui abbiamo assistito a più riprese, quasi al limite dello scontro
fisico, ci ha lasciato letteralmente disgustati. Riteniamo tuttavia che
quanto accaduto offra l'occasione per invitare tutti i cittadini alla
riflessione. Il Comune di Cesenatico, per quanto classificabile tra gli enti
locali medio-piccoli, possiede delle potenzialità economiche che, nonostante
la crisi in atto, rimangono notevoli e, a maggior ragione, diventano sempre
più "appetitose" in un momento di "vacche magre". In particolare questi
novelli "pascoli dorati" posti in riva al mare stuzzicano l'ingordigia di
quelle clientele che vivono grazie ai favori di una politica che ha
contribuito non poco alla costituzione di enormi pacchetti di investimento
che sulla carta appaiono "altamente redditizi" (per qualcuno...) ma che
nella pratica sono caratterizzati da complessità
politico-economico-gestionali tali da renderne assai problematica
l'effettiva realizzazione. Come liberali e come cittadini siamo stanchi di
vedere la nostra città preda di faccendieri e speculatori che cannibalizzano
il nostro territorio e le nostre risorse a danno dell'interesse collettivo.
Non possiamo più tollerare il complesso sistema di clientele che gravita
attorno a numerosi partiti e che impone scelte di governo dettate da
interessi di parte originati spesso da realtà estranee alla nostra città. Le
risse, le "corse al treno" e gli "assalti alla diligenza" prodotti da un
isterismo derivato da una folle "febbre dell'oro" che rende cieche e sorde
le coscienze dei più deboli le lasciamo ad altri. Per noi fare politica
significa occuparsi della cosa pubblica con onestà, operando con il fine di
perseguire una buona amministrazione e cercando di risolvere i problemi
della cittadinanza. In tal senso la nostra azione programmatica vuole
aprirsi innanzitutto ai cittadini e a tutti quei soggetti che condividono la
nostra visione politica. Riteniamo che a Cesenatico molte persone stiano
chiedendo all'attuale classe dirigente un atteggiamento più freddo e
responsabile nella gestione di un'amministrazione pubblica che da troppo
tempo risulta oppressa da una pervicace chiusura al dialogo e gravata dai
costi derivati dagli sprechi e dalle clientele da soddisfare. Lo sperpero di
denaro pubblico e le regalie politiche sono di fatto corresponsabili,
assieme ad altri fattori come l'evasione fiscale, dell'abnorme tassazione
esistente che, tramite l'introduzione da parte dell'attuale Giunta di
aliquote IMU troppo elevate per le attività economiche, ha imposto ad ogni
cittadino di Cesenatico un aggravio medio, relativo alla sola prima rata, di
circa 282 euro (un record in Romagna!). Noi vogliamo dire basta ad un
sistema di potere politico trasversale che ha come fine unico la mera
autoconservazione. Siamo dell'opinione che non si possano ulteriormente
ignorare i vasti cambiamenti in atto a livello nazionale ed europeo e
crediamo che occorra iniziare a fornire delle risposte a questi mutamenti
partendo dalla dimensione locale laddove ancora buona parte della classe
politica, peccando di eccessivo provincialismo e di un'accentuata miopia,
giace in un pericoloso immobilismo. Noi intendiamo, al contrario,
interpretare il segno dei tempi essendo assolutamente convinti che la
cultura liberale applicata al governo possa portare un vero rinnovamento in
seno ad una pubblica amministrazione che di liberale possiede ben poco.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento