Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Cesenatico, Famiglini (pli): "Esiste un'alternativa per viale Torino"

Nella mattinata odierna sono tornati a protestare i cittadini del quartiere “Boschetto” per chiedere la salvaguardia degli alberi e delle aree verdi di viale Torino e anche noi abbiamo voluto manifestare il nostro appoggio morale e politico attraverso la nostra presenza.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Nella mattinata odierna sono tornati a protestare i cittadini del quartiere
"Boschetto" per chiedere la salvaguardia degli alberi e delle aree verdi di
viale Torino e anche noi abbiamo voluto manifestare il nostro appoggio
morale e politico attraverso la nostra presenza. L'amministrazione comunale
nei giorni passati ha cercato di giustificarsi sostenendo che le alberature
presenti sul ciglio stradale fossero troppo fitte. I 12 metri citati
dall'amministrazione come distanza minima ideale tra un albero e l'altro
tuttavia non possono che riguardare, da un punto di vista fattivo, le nuove
pianificazioni urbanistiche e d'altra parte se il Sindaco e l'assessore
preposto pretendono di usare questo metro in viale Torino per giustificare
il proprio operato, logica vuole che prima o poi dovranno porre mano a quasi
tutti i viali alberati di Cesenatico essendo gli alberi posti generalmente
ad una distanza inferiore a quella standard citata nel comunicato stampa
della Giunta. Allo stesso modo la diversificazione delle specie arboree al
fine di contenere eventuali epidemie deve essere razionalmente applicata
laddove si prevedano nuove piantumazioni ma non può essere accettata a
scapito di piante in buona salute e di una realtà che vede presenti alberi
pluridecennali perfettamente inseriti in uno specifico ambiente altamente
caratterizzato dalla loro presenza. In realtà a noi sembra che la Giunta
stia cercando di introdurre artificialmente nel dibattito in corso dei nuovi
elementi "probatori" con il fine di distogliere l'opinione pubblica dalle
concrete motivazioni che si celano dietro al previsto intervento di viale
Torino, ovvero la mera creazione di nuovi parcheggi sollecitati nel corso
della passata campagna elettorale da alcuni operatori privati. A nostro
avviso esiste la possibilità di creare dei nuovi stalli in viale Torino
seguendo l'esempio di quanto già progettato in via Cesare Abba in seno
all'apprezzabile intervento di riqualificazione della Vena Mazzarini. Si
potrebbero ricavare nuovi posti auto utilizzando parte dell'attuale
carreggiata e quindi non toccando in nessun modo né gli alberi presenti né
le aree verdi adiacenti. Viale Torino è percorso con eccessiva velocità
dalle automobili ed è caratterizzato da incroci pericolosi. Il conseguente
restringimento della strada, accompagnato dall'istituzione di una "zona 30",
potrebbe pertanto migliorare la sicurezza della viabilità producendo un
evidente calo della velocità degli automezzi. Allo stesso modo si potrebbe
prevedere una pista ciclabile ed un eventuale senso unico. In tal senso le
problematiche legate ai parcheggi e alla sicurezza stradale troverebbero una
positiva conclusione all'interno di un'unica soluzione preservando il verde
e ripristinando la "pace sociale" del quartiere che mai prima d'ora era
stata a tal punto turbata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, Famiglini (pli): "Esiste un'alternativa per viale Torino"
CesenaToday è in caricamento